L’ acqua è una risorsa inesauribile?

L’acqua è una delle risorse più preziose presenti sul nostro Pianeta ma, oramai, anche una delle più rare.Questo perché l’uomo non ha compreso a fondo che la quantità di acqua non è infinita, ma solo rinnovabile e quindi, per definizione, sempre disponibile purché la velocità di prelievo non superi la velocità di riproduzione e crescita della risorsa stessa.
L’acqua si rinnova continuamente attraverso il suo ciclo naturale, ma la sua quantità è sempre la stessa da miliardi di anni; l’incuria e la superficialità umana però hanno distorto e inquinato il ciclo idrico. Spesso basta veramente poco: un po’ di attenzione e accortezza nelle azioni quotidiane possono fare veramente risparmiare tanto.

  • Controllare che non ci siano perdite nelle tubature o nei rubinetti: si può risparmiare circa il 22% dell’acqua.
  • Fare funzionare la lavatrice solo a carico completo e possibilmente a basse temperature, si eviteranno così anche inutili consumi di elettricità.
  • Lavare i piatti a mano anzichè con la lavastoviglie, o comunque farla funzionare solo a pieno carico: si risparmia così acqua, detersivo e elettricità.
  • Preferire la doccia al bagno in vasca, si risparmia così quasi la metà dell’acqua (per una doccia di circa 5 minuti).
  • Non fare scorrere l’acqua della doccia mentre ci si insapona (o si gioca!): si risparmiano così quasi 2500 litri di acqua all’anno per persona.
  • Evitare di lasciare correre l’acqua in continuazione mentre ci si lava i denti; facendosi la barba, usare una bacinella per sciacquare il rasoio. In questo modo si passa da un consumo di 50 litri per operazione ad 1 litro.
  • Installare rubinetti a frangigetto che, espandendo il getto, riducono i consumi alla metà.

– Per innaffiare il giardino o l’orto usare possibilmente l’acqua piovana, l’acqua usata per lavare frutta e verdura o l’acqua di cottura.
– Usare l’acqua in cui si è cotta la pasta per lavare i piatti.
– Provare a mettere un mattone o un altro peso analogo nella cassetta del WC, i servizi funzioneranno ugualmente bene e consumeranno meno acqua.

Quanta acqua consumiamo con le nostre azioni quotidiane?

  • Per fare un bagno in vasca si consumano mediamente fra i 120 e i 160 litri di acqua.
  • Per fare una doccia di 5 minuti se ne consumano dai 75 ai 90 litri.
  • Per una doccia di 3 minuti: dai 35 ai 50 litri.
  • Ogni volta che tiriamo lo sciacquone: 16 litri
  • Ogni volta che ci laviamo le mani: 1,4 litri
  • Per lavarsi i denti lasciando scorrere l’acqua: 30 litri
  • Per lavarsi i denti senza lasciar scorrere l’acqua: 2 litri
  • Per bere e cucinare: circa 6 litri al giorno a persona
  • Per lavare i piatti a mano: 20 litri
  • Per un carico di lavastoviglie: 40 litri
  • Per un carico di lavatrice: 80 – 120 litri
  • Per lavare l’auto (utilizzando un tubo di gomma): 800 litri
  • Per il condizionamento di un palazzo di 8 piani: 3.000.000 litri al giorno.
  • Un rubinetto che gocciola: 5 litri al giorno

Media dei consumi totali in Europa.

Consumi Idrici l/g. * abitante

Austria 271 Belgio 166
Danimarca 291 Finlandia 288
Francia 211 Germania 196
Gran Bretagna 267 Italia 293
Lussemburgo259 Norvegia 300
Paesi Bassi 195 Spagna 217
Svezia 350 Svizzera 402

Vi sono differenze nell’uso dell’acqua fra paesi ricchi e poveri?

“Sì certo, vi sono enormi differenze. Mentre nei paesi ricchi l’acqua viene spesso sprecata, nei paesi poveri è usata per soddisfare i bisogni più elementari; in certe zone è di cattiva qualità e provoca disturbi a chi la beve, in altre è controllata da privati.”

“Solo qualche dato, ma fortemente esplicativo. Più di 1,3 miliardi di persone nel mondo non dispongono di acqua potabile; altri 2 ne hanno in quantità insufficiente. Per dare acqua e strutture igieniche a chi ne è privo occorrerebbero 9 miliardi di dollari. Solo negli Stati Uniti si spendono 8 miliardi di dollari all’anno per i cosmetici.”

Torna su