Lattiero Caseario, Grana: prosegue la tendenza al ribasso del Parmigiano

Quest’ultima ottava ha ricalcato in modo speculare quanto avvenuto nella precedente di calendario.

Se per il Grana Padano, infatti, i listini si sono mantenuti costanti su tutte le piazze, per l’altra Dop, il Reggiano, si sono avute quotazioni cedenti; nello specifico sul centro di scambio di Modena per le produzioni 12 e 18 mesi e su Parma per le produzioni di uno e due anni, si sono concretizzate flessioni nei listini di 5 centesimi, portando così ad un ulteriore calo le medie nazionali per questo prodotto.

Si confermano, in effetti, le previsioni evidenziate la scorsa settimana dagli operatori che indicavano aggiustamenti al ribasso, in particolare per il Parmigiano Reggiano, per alcune settimane.

Le aspettative sono per ora rivolte ai consumi in vista delle prossime festività, che potrebbero dare segnali di miglioramento considerato il deciso appeal che questi prodotti Dop hanno sui consumatori.Gli ultimi aggiornamenti produttivi diffusi dal Consorzio per la Tutela del formaggio Gorgonzola quantificano in 379.048 le forme prodotte nel mese di novembre (+2,91% rispetto al mese di novembre 2010). I dati cumulati sulla produzione di questi undici mesi paragonati a quelli di gennaio-novembre 2010, evidenziano un incremento di forme prodotte pari al 4,6%. Tornando alle note di mercato, la seconda settimana di dicembre ha evidenziato una congiuntura sfavorevole per il mercato delle materie grasse, già iniziata a manifestarsi nelle precedenti ottave. Sui centri di scambio emiliani e lombardi, infatti, rispetto ai sette giorni precedenti, tutte le tipologie di burro hanno subito un’erosione dei listini di 5 centesimi.

Nello specifico lo zangolato chiude le contrattazioni con una quotazione di 2,30 euro al chilo a Mantova e Milano e a 2,15 euro al kg a Reggio Emilia e Parma.

Comparando i prezzi di mercato con la medesima settimana di riferimento dell’anno passato emerge su base tendenziale una variazione percentuale negativa per la maggior parte delle varietà merceologiche di burro monitorate.

Fonte ISMEA

www.cibusonline.net cibus@nuovaeditoriale.net

Torna su