INFLAZIONE A PARMA: NEL MESE DI MARZO SI ATTESTA AL +3,2%

 

 

Parma, 30 marzo 2012 – 

L’inflazione a Parma si attesta a +3,2% tendenziale nel mese di marzo. Significa che i prezzi sono aumentati, in media, del 3,2% rispetto a marzo 2011. L’inflazione congiunturale (cioè rispetto a febbraio 2012) è +0,4%.

In percentuale si registrano gli aumenti più forti nei settori Acqua ed energia per la casa (+7,9%), Trasporti e Bevande alcoliche-tabacchi (entrambi +7,6% rispetto a un anno fa).

I prodotti alimentari sono più cari del 2,6% rispetto a un anno fa.

I dati sono stati rilevati dal Comune, con una metodologia fornita dall’Istat, e si riferiscono al territorio comunale di Parma, non a tutta la provincia.

Scarica l’allegato con tutti i dati su Parma, a fondo pagina (allegato pdf).

INFLAZIONE: I DATI NAZIONALI. Il tasso d’inflazione annuo in Italia è stabile al 3,3% a marzo: è lo stesso valore già registrato a febbraio. Lo rileva l’Istat nelle stime preliminari, indicando un aumento dei prezzi al consumo su base mensile dello 0,5%.

 

Fonte Gazzetta di Parma

 

www.cibusonline.net cibus@nuovaeditoriale.net

Torna su