Ismea: Parmigiano, forte aumento sulla piazza di Parma

Roma 03 settembre 2012

Il punto sul mercato

Nel corso dell’ultima settimana di agosto si è consolidato l’aumento delle quotazioni del burro che, per tutte le tipologie monitorate, hanno segnato rialzi diffusi su tutte le principali piazze, con recuperi pari a 10 centesimi al chilo. Nello specifico, su Milano lo zangolato è stato scambiato a 1,85 euro al chilo segnando un congiuntura positiva del 5,7%; da segnalare altresì l’aumento della crema di latte che, con +10 centesimi rispetto ai sette giorni precedenti, si è portata nella piazza succitata ad 1,62 euro al chilo.
Per il Parmigiano Reggiano, nell’ultima ottava, si è registrato , sulla piazza di Parma, un deciso aumento per la produzione 2011, portandosi a quota 8,80 euro al chilo. Fermi i listini sulle altre piazze.
Questi movimenti al rialzo sono i primi segnali dopo un mese di rilevazioni praticamente stabili, a parte qualche aggiustamento su alcune piazze che può considerarsi più a un adeguamento ai valori raggiunti dalle altre Borse merci che non a una effettiva vivacità di mercato.
Anche le quotazioni del Grana Padano sulle diverse piazze monitorate si sono mantenute in linea con la precedente di rilevazione.
A detta degli operatori le condizioni climatiche sono state particolarmente avverse nell’ultimo periodo. Le ondate di calore hanno diminuito di molto la produzione lattifera, e hanno inciso pesantemente anche sulle coltivazioni foraggere , con una conseguente lievitazione del prezzo dei mangimi che nelle ultime settimane ha raggiunto livelli molto alti.

www.cibusonline.net cibus@nuovaeditoriale.net

Torna su