Consumi e distribuzione Rapporto COOP 2012

Nel suo rapporto 2012 “consumi e distribuzione” la COOP disegna un quadro a tinte fosche: un paese in cui sempre più cittadini tirano la cinghia, e la povertà li rende sempre meno felici: in Italia i redditi sono più bassi rispetto agli altri grandi Paesi d’Europa, mentre una famiglia su quattro è costretta a indebitarsi per arrivare alla fine del mese.
Una situazione insostenibile per la distribuzione moderna in cui a crescere solo il commercio on line.

Risparmio, felicità e consumi

Il rapporto COOP 2012 spazza via l’immagine degli italiani risparmiatori: il  25% delle famiglie è  costretto a indebitarsi pur di andare avanti. E anche l’immagine dell’Italia come paese gaudente stenta a mantenersi in piedi: nel  confronto europeo gli  italiani danno un giudizio appena sufficiente della loro felicità e anche a parità di reddito, sono più infelici di molti altri paesi.

E sul fronte del consumo l’Italia degli  status symbol (belle auto, bei vestiti, buon  cibo) lascia il posto all’Italia della nuova austerità dove la spesa intelligente non basta più. E’ arrivato il  tempo delle rinunce. A crescere solo il commercio on line.

Con la crisi l’e-commerce su del 20%

La crescita dell’e-commerce B2C in Italia ritorna ad accelerare, passando dal +18% annuo del 2010 al +20% del 2011, e spinge il valore delle vendite online da siti italiani oltre gli 8 miliardi di euro. Sono due le componenti di questa crescita. Da un lato il rafforzamento degli operatori presenti. Dall’altro, la comparsa di nuovi player (Amazon su tutti, ma anche alcuni player della grande distribuzione)

Mobile commerce in rapida crescita

Nel 2011 il valore del mobile commerce, passando da 26 a 81 milioni di euro, è cresciuto a tripla cifra (+210% rispetto al 2010) coprendo l’1% delle vendite online. Contrariamente a quanto accaduto per l’e-commerce B2C, i due terzi delle vendite sono imputabili a prodotti e solo un terzo a servizi.

Nel 90% dei casi si tratta di situazioni di acquisto dove è importante per l’acquirente cogliere una occasione essendo online in un preciso istante. Alcuni esempi sono rappresentati dalle dalle prenotazioni (e/o i cambi) di biglietti per i mezzi di trasporto e di camere d’albergo.

(Fonte COOP)

http://www.k2innovazione.it/News/tabid/412/post/rapporto-coop-2012-consumi-e-distribuzione/Default.aspx#.UGvTMLQdJLw

 

 

 

 

 

(Fonte Ismea)

Torna su