Agro-Energia – Gardini: “Occorrono proposte che guardino alla qualità e non solo alla quantità

Mantova, 11 ottobre 2012 – “Occorre una proposta in politica energetica che deve guardare non solo all’aumento della percentuale di energia rinnovabile ma anche alla qualità di quella energia che si produce” ha concluso Gardini “cercando anche di trovare un nuovo equilibrio tra le diverse agricolture del futuro”, lo ha dichiarato il presidente di Fedagri-Confcooperative Maurizio Gardini intervenendo al Seminario su ‘Agrienergie ed Ambiente’ organizzato dal Consorzio delle cooperative sociali Gino Mattarelli e tenuto a Mantova nell’ambito della XI Convention del gruppo di cooperative sociali.

“Esiste un tema etico che deve governare l’economia – ha proseguito Gardini – quel senso etico e quel senso di giustizia che ci appartiene come cooperazione e come sistema agricolo e che ci porta a rivendicare che i finanziamenti siano indirizzati all’utilizzo dei sottoprodotti dell’agricoltura e della trasformazione agroindustriale così come degli scarti dei sottoboschi”.

Gardini ha infine ricordato come l’obiettivo del Protocollo di Kyoto, che obbliga ad arrivare al 20% di risparmio di consumi  energetici, di aumento di energia da fonti rinnovabili e di riduzione di emissioni di C02 entro il 2020, ha portato in questi ultimi anni, anche attraverso un sistema incentivante, ad avere anche in Italia maggiore attenzione per una politica più attenta alle energie rinnovabili.

(Fonte Confcooperative)

Torna su