AGRIUMBRIA 2013: 5-7 aprile a Bastia Umbra, l’agricoltura fa quadrato.

di Redazione –

Bastia Umbra,  10 Marzo 2013  –

La 45.ma edizione di Agriumbria, Mostra Nazionale dell’Agricoltura, Zootecnia e Alimentazione (Quartiere Fieristico di Bastia Umbra (PG) 5/6/7 aprile 2013) rinnova l’appuntamento primaverile per verificare e valutare gli scenari nazionali e internazionali che si stanno delineando alla vigilia della nuova riforma della PAC 2014-2020 che si trova in una situazione di stallo a causa del mancato accordo fra i capi di Governo dell’Unione Europea che nella fase di definizione del bilancio hanno proposto di ridurre il budget finanziario all’agricoltura.

Una prospettiva – fa presente il Presidente di Umbriafiere, Lazzaro Bogliari – che deve essere affrontata e superata ridefinendo non solo i modelli di sviluppo dell’agroalimentare, ma coinvolgendo, sul piano propositivo e operativo, il mondo rurale sia questo rappresentato da istituzioni pubbliche e private che dalla componente imprenditoriale e sindacale.

Un messaggio che Agriumbria 2013 intende divulgare non solo con il logo della manifestazione “L’Agricoltura fa quadrato” – dichiara il Presidente Bogliari – ma anche con le diverse iniziative nel corso delle giornate fieristiche.

L’innovazione tecnologica dei diversi settori merceologici, gli incontri programmati fra istituzioni e operatori consentiranno di individuare soluzioni tecnico – gestionali delle imprese agroalimentari tenuto conto dell’attuale congiuntura economica che condiziona gli investimenti anche a causa delle difficoltà che gli imprenditori incontrano nell’accedere al credito.

La formula di Agriumbria collaudata anche come appuntamento mercantile dei mezzi tecnici per l’agroalimentare e per la zootecnia presenta, anche per l’edizione 2013, un quadro generale fieristico articolato in saloni specializzati, in mostre e rassegne zootecniche che rappresentano l’essenza dell’agricoltura multifunzionale e dell’impiantistica industriale e artigianale utilizzata nei processi di filiera.

Ampio spazio del quartiere fieristico di Bastia Umbra verrà riservato alla zootecnia che con le mostre nazionali e interregionali divenute un punto di riferimento per valutare l’elevato livello genealogico raggiunto dalle diverse specie e razze (bovini, ovicaprini, equini e avicunicoli) rimane il settore nei confronti del quale viene posta particolare attenzione per verificare quale prospettive si vanno delineando per gli allevamenti.

(per maggiori informazioni: Agriumbria,)

Torna su