Parmigiano e Padano: mercato sempre calmo.

di ismea –

13 marzo 2013 –

I prezzi medi all’origine dei due formaggi grana a denominazione relativi alla prima settimana del mese di marzo sono rimasti invariati rispetto alla precedente di calendario.
Nonostante tale stabilità se confrontati con i listini riportati nella medesima settimana dello scorso anno si evidenziano dinamiche flessive delle quotazioni per entrambi e per tutte le stagionature. Tale divario appare più marcato per il Parmigiano Reggiano rispetto al Grana Padano.
Più in generale anche gli altri formaggi sono coinvolti da una fase di stallo nei corsi che perdura  tra l’altro da diversi mesi, mettendo in luce una congiuntura di mercato condizionata da una quasi totale stabilità dei prezzi e da una scarsa vivacità delle contrattazioni con conseguenti preoccupazioni da parte degli operatori di mercato. Unica novità della settimana si rileva per il Gorgonzola maturo dolce, il quale su Novara viene quotato 5,55 euro al chilo riuscendo così a recuperare ben 10 centesimi rispetto sette giorni fa.
Sul fronte produttivo, gli ultimi aggiornamenti del Consorzio di Tutela del Gorgonzola indicano per il mese di febbraio 2013 una diminuzione del numero di forme del 4,6% rispetto a febbraio 2012. Il dato cumulato relativo ai primi due mesi dell’anno evidenzia, altresì, un calo del numero di forme prodotte pari al 5,73% rispetto al medesimo periodo dello scorso anno.

Torna su