Falsi prodotti made in italy venduti nel grossetano

Grosseto, 03 luglio 2013 – –

DENUNCIATE DALLA FORESTALE QUATTRO PERSONE PER FRODE IN COMMERCIO E POSTE SOTTO SEQUESTRO 350 CONFEZIONI DI FORMAGGI E AFFETTATI. INTENSIFICATI I CONTROLLI IN TUTTA ITALIA PER LA TUTELA DEI PRODUTTORI E DEI CONSUMATORI

Il Corpo forestale dello Stato ha scoperto tra le province di Modena e Grosseto un commercio illegale di formaggi e affettati venduti come made in Italy, ma in realtà provenienti dalla Germania e dalla Repubblica Ceca.
Il personale del Nucleo Agroalimentare Forestale (NAF) di Grosseto in seguito ad un controllo per la tutela dei prodotti tipici italiani, eseguito presso un supermercato appartenente ad una grande catena nazionale, ha riscontrato la presenza di alcune vaschette preconfezionate di prodotti, come la coppa stagionata e un formaggio, che venivano venduti come specialità nazionali ma in realtà provenienti del Nord Europa. Dopo aver verificato che la ditta produttrice del formaggio fosse una nota multinazionale emiliana, il personale di Grosseto ha allertato il personale del Corpo forestale di Modena che ha effettuato una serie di controlli all’interno della ditta.
Dalle verifiche è emerso che la nota multinazionale emiliana, che produce ed esporta prodotti tipici italiani in tutto il mondo, confezionava vaschette di affettati e formaggi e le rivendeva come “Specialità Italiane”. Accanto a produzioni di qualità la ditta avrebbe immesso sul mercato anche prodotti più scadenti provenienti dall’estero, utilizzando le insegne italiane a corredo del proprio marchio aziendale. Ai sensi della normativa vigente in materia si può, infatti, affiancare un nome o un simbolo che richiama l’Italia solamente a quei prodotti che siano stati effettivamente coltivati, allevati, lavorati e trasformati in Italia.
Le confezioni rinvenute dal personale di Grosseto all’interno del supermercato sono state sequestrate penalmente, quattro persone sono state deferite alla competente Autorità Giudiziaria per frode in commercio e sono stati costretti a ritirare i prodotti contraffatti su tutto il territorio nazionale.
Le oltre 350 confezioni di alimenti, in attesa di vendita, rinvenute dal personale di Modena presso la ditta produttrice sono state sottoposte a sequestro amministrativo, mentre alla ditta è stata elevata una sanzione amministrativa pari a 20mila euro.
I controlli per la tutela dei prodotti agroalimentari made in Italy sono stati recentemente intensificati in tutta Italia. Il Corpo forestale dello Stato sta applicando le norme a tutela del made in Italy su tutto il territorio nazionale, per tutelare i prodotti italiani di eccellenza dalle numerosissime imitazioni e contraffazioni che ogni anno sottraggono ingenti fette di mercato e di prodotto interno lordo.

Torna su