«La qualità paga sempre come testimonia il concorso SOL D’ORO»

 

SOLd'ORO_cibus

Buyer esteri chiedono degustazioni in anteprima degli oli premiati


Verona, 14 novembre 2013 – «La buona qualità e la produzione in linea con la media storica italiana della campagna olivicola 2013-2014 sono un ottimo auspicio per gli oli vergini ed extravergini d’oliva 100% made in Italy che ogni anno ottengono importanti risultati nell’ambito del Sol d’Oro. I premiati al concorso oleario internazionale, al quale partecipano quasi tutte le nazioni produttrici, dall’Argentina al Libano, riscuotono sempre una grande attenzione da parte dei 60 mila operatori, dei quali il 20% proveniente da 75 nazioni, di Sol&Agrifood, la rassegna internazionale dell’agroalimentare di qualità, che si svolge in contemporanea con Vinitaly. Rassegna che contribuisce in modo sensibile a rafforzare il nostro export di olio d’oliva che ha toccato 1,3 miliardi di euro nei primi sette mesi di quest’anno». Lo sottolinea il Direttore Generale di Veronafiere, Giovanni Mantovani nel commentare le stime produttive della campagna olivicola 2013-2014 presentate oggi a Roma nella Sala Cavour del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali.

Organizzata da Veronafiere come anteprima di Sol&Agrifood (www.solagrifood.com), la 12^ edizione del Sol d’Oro, di cui si sono aperte oggi le iscrizioni, si svolgerà dal 17 al 22 febbraio 2014.

«La sensibilità dei buyer esteri verso i vincitori del Sol d’Oro è confermata dalla loro richiesta di poter assaggiare gli oli premiati prima di tutti gli altri nel corso del tradizionale walk around tasting in programma durante Sol&Agrifood– evidenza Gianni Bruno, Area Manager Wine & Food di Veronafiere -. Così come importanti strumenti di marketing sono sia la guida degli oli vincitori, di fatto la prima pubblicazione al mondo contenente una selezione di oli extravergine di oliva basata su blind tasting, che viene distribuita ai buyer e ai delegati esteri di Veronafiere, sia la possibilità per gli oli vincitori di riportare sulla bottiglia il bollino “Sol d’Oro” che attesta il premio assegnato e l’inconfutabile qualità del prodotto».

L’edizione 2013 di Sol d’Oro, che può essere definito un vero e proprio campionato del mondo per gli oli extravergine d’oliva, ha visto la presenza, nel suo panel, di giudici internazionali provenienti da Spagna, Cile, Slovenia, Grecia e Italia e di oltre 200 i campioni partecipanti in rappresentanza di 10 Paesi: Italia, Argentina, Cile, Uruguay, Libano, Grecia, Portogallo, Spagna, Slovenia e Croazia.

Servizio Stampa Veronafiere

Torna su