Dal contrasto al bracconaggio al nucleo antincendio. I programmi di Ekoclub per l’antico Borgo di Venafro

Ekoclub-Molise-venafroOLIVO-preparativiNella prospettiva di un rinnovato impegno a difesa dell’ambiente non disgiunto dal territorio e dalle persone che lo popolano, si è svolta a Venafro (IS) l’incontro del presidente di Ekoclub International, amb. Fabio Massimo Cantarelli, con i soci e simpatizzanti dell’associazione della Provincia di Isernia.

di Ekoclub Venafro (IS) 10 agosto 2016 – –

Nella prospettiva di un rinnovato impegno a difesa dell’ambiente non disgiunto dal territorio e dalle persone che lo popolano, si è svolta a Venafro (IS) l’incontro del presidente di Ekoclub International, amb. Fabio Massimo Cantarelli, con i soci e simpatizzanti dell’associazione della Provincia di Isernia.

Nel corso della riunione, oltre ai temi più strettamente inerenti la gestione faunistica anche con riguardo al contrasto al bracconaggio, si è affrontata la problematica del Parco dell’Olivo.

In particolare è emersa la preoccupazione per la tenuta del terrazzamento e per il mantenimento degli alberi secolari che – ha evidenziato l’amb. Cantarelli – accompagnano le non meno antiche tradizioni del borgo citato da Orazio nei suoi versi e per secoli centro

nevralgico dell’intera regione.

La città fu infatti protagonista della guerra sociale durante la fase repubblicana di Roma, sede vescovile abbellita da ben 33 chiese ed ancor oggi, tornando agli storici ulivi si picca di essere gemellata con Gerusalemme “quasi a rimarcare ancora una volta – ha sottolineato il presidente Cantarelli – l’elemento naturalistico connesso a quello culturale comuni -si parva licet componere magnis- delle due città”.

Nel corso dell’incontro si sono altresì gettate le basi per la creazione di un Nucleo Antincendio per  proteggere sia il Parco sia il territorio circostante.

____________________________________

Ekoclub-2948Pubblicazione11 copiaEkoclub International –

Associazione nata negli anni 70 per ricostruire un modo corretto di vivere e pensare la natura. Fondata da profondi conoscitori dell’ambiente e delle sue più sane tradizioni , liberi da preconcetti e lontani da visioni disneyane. Assolutamente senza scopo di lucro e confermata tra le ONLUS, annovera tra i suoi iscritti diverse decine di migliaia di persone, con tendenza alla crescita. Attualmente il presidente è l’avvocato Fabio Massimo Cantarelli ed il vicepresidente dott.  Roberto Lancini.

Fiore all’occhiello dell’associazione è l’oasi di Canneviè, che è lo sforzo maggiore profuso da Ekoclub per l’ambiente: un posto sicuramente da vedere e vivere.  La differenza di Ekoclub da altre associazioni ambientaliste è la centralità dell’uomo rispetto all’ambiente e di conseguenza la sua possibilità di raccogliere i frutti vegetali ed animali della terra, con rispetto e per reale necessità.

Torna su