Anche For.Me.Sa. affianca la Farm Run 2017

Daisy Bizzi, Gioia e Angelo Saccani

For.Me.Sa. è un’azienda in grande espansione che fa dell’innovazione e della R&S i pilastri di sviluppo. Uno staff  giovane e nuovi prodotti pronti al lancio europeo, mentre già si lavora per preparare la terza generazione familiare e la seconda al “femminile” alla guida dell’impresa fondata da Ernesto Bizzi e dalla moglie Alberta Milanesi.

L’azienda di Noceto, specializzata nelle forniture medicali , ormai giunta alla terza generazione di famiglia, fondata da Ernesto Bizzi e sua moglie Alberta Milanesi, nasce nei primi anni ‘80, e si afferma inizialmente nell’ambito del settore ospedaliero.

Ma è nei primi anni ‘90, quando subentra la figlia Daisy Bizzi, che l’Azienda si presenta al mercato della Farmacia e della Sanitaria attraverso una rete vendita diretta dando il via a rapporti fiduciari con numerose Aziende del settore che ancora oggi sono fiore all’occhiello di For.me.sa. e che, in forza ai rapporti di stima professionale, via via consolidati nel tempo, ha contribuito allo sviluppo di una azienda locale che opera nel globale e prossima a varare la terza generazione familiare.

Attualmente, l’Azienda importa da India, Israele, Cina, Spagna ed Egitto, distribuendo dispositivi medici sia su territorio nazionale che internazionale, tra cui Spagna, Francia, Portogallo, Grecia, Serbia, Macedonia e Slovenia.

For.me.sa, che si caratterizza per uno staff giovane, fa dell’attenzione e dell’ascolto delle esigenze della propria Clientela, il punto di forza e l’idea imprenditoriale portante.

Da qualche anno, è andata consolidandosi la sezione riservata alla cura della terza età, gestita direttamente dal marito di Daisy Bizzi, Angelo Saccani, che si occupa dell’area Case di Riposo, RSA e Cliniche.

Da poco più di un anno, è entrata a far parte dell’organizzazione aziendale anche la figlia maggiore, Gioia, la quale, si è caparbiamente e appassionatamente conquistata il proprio originale spazio mettendo le basi per un percorso che la porterà prendere il timone dell’attività fondata dai nonni e oggi saldamente in mano alla mamma Daisy.

Gioia Saccani

I sogni concreti di Gioia

“Vivo For.me.sa da quando sono nata: dapprima, quando da bambina per “motivi organizzativi” mia mamma mi portava qualche volta con sé, e mio nonno in modo ludico mi coinvolgeva dolcemente nel confezionamento di maschere per aerosol; poi da adolescente mia mamma mi formava già a “imparare a diventare grande” ma partendo dal basso,  assumendomi regolarmente nel periodo e facendomi prendere parte direttamente all’attività lavorativa del magazzino per giungere fino ad oggi che a  25 anni mi sento parte integrante del corpo di For.me.sa.

Ma il mio inserimento in azienda non era così scontato.

Infatti, fino a qualche anno fa, continuavo a sostenere che non avrei mai lavorato in Azienda e il mio curriculum scolastico ne è la dimostrazione più lampante.  Dopo il Liceo Linguistico i miei studi si sono indirizzati verso la Facoltà di Giurisprudenza – indirizzo sociale – per culminare in una Laurea Specialistica presso l’Alma Mater Studiorum di Bologna nell’ambito della devianza e del disagio sociale educativo. Era praticamente assente in me l’idea di “formarmi” all’ambito economico / commerciale nel quale è inserita For.me.sa (scelta che invece ha fatto mia sorella Ottavia).

Terminata la Laurea Magistrale un anno e mezzo fa, in attesa di trovare un lavoro che rispecchiasse il mio percorso di studi, ho iniziato a lavorare in Azienda e, dal primo giorno, mia mamma, con estrema intelligenza e delicatezza (seppure celasse un desiderio inespresso) ha sempre parlato a me e agli altri Dipendenti di “..Gioia in Azienda, finché non troverà il lavoro per il quale ha studiato..”

Tuttavia, i mesi passavano, e mi rendevo conto che con mia mamma, durante i tragitti in macchina per viaggi di lavoro, discutevo del “futuro di For.me.sa”, andavo a letto programmando quello che avrei dovuto fare l’indomani in Azienda, vivevo con fierezza i piccoli traguardi quotidiani; sentivo, seppur in modo velato, un senso di responsabilità che andava oltre la buona riuscita del compito di lavoro portato a termine da un bravo dipendente.

Ad oggi, sono inserita nell’organico For.me.sa, con la funzione di addetta agli Acquisti Italia e Assistenza alla Gestione della Qualità.

Sono cresciuta vedendo mia madre e miei nonni lavorare e far crescere For.me.sa accostando umiltà e determinazione, pertanto spero che la scuola vissuta porti i suoi frutti.

Mia mamma, indipendentemente dal lavoro che avrei fatto nella vita, mi ha sempre detto “ricordati di alzarti al mattino felice di andare a lavorare e con un progetto da sviluppare”, e chissà che un giorno, peraltro non troppo lontano, non possa nascere e crescere un nuovo progetto lavorativo.

Ad oggi, posso dire di svegliarmi la mattina adottando il suggerimento di mia mamma: vado a lavorare con il piacere di ciò che andrò a svolgere e, un passo per volta, spero di riuscire a costruire la mia persona “lavorativa” all’interno di For.me.sa, in un giusto connubio tra l’ambito d’interesse che mi lega a ciò che ho studiato, e il senso che di responsabilità che mi guida ad essere la terza generazione che, spero, possa essere all’altezza dell’ amore, della dedizione e del sacrificio impiegati dai miei nonni prima, e da mia madre poi.”

Team For.me.sa.

PROSPETTIVE FOR.ME.SA. 2017

  1. e.commerce  l’azienda si è affidata ad una importante società di vendita on line, Doctor Shop un negozio on line specializzato in prodotti medicali e apparecchiature mediche 
  2. MEDICA 2017 – La fiera di Dusseldorf  sarà la base di lancio di una ulteriore fase espansiva all’interno del mercato europeo con due prodotti di nicchia: il PESSARIO PER LA CONTENZIONE DEL PROLASSO UTERINO, e il brevetto TRITAPILLOLE GIOTTY ideato e brevettato dal marito di Daisy Bizzi. Entrambi i prodotti sono di produzione For.Me.Sa.  che detiene anche l’esclusiva distributiva europea. 

 

 

Al centro GIOTTY

Torna su