Farm Run sta per tornare con altre sorprese il 24 giugno.

NOCETO, 14 giugno 2017 – In provincia di Parma e più precisamente nei poderi agricoli di Noceto, a ridosso del  Parco del Taro, sta per tornare la terza edizione, ancor più spettacolare e partecipata, della Farm Run,

tappa del campionato italiano OCR e qualificante per gli Europei e Mondiali di Obstacle Course Race.

Non “Tra mandrie e Cowboy” ma poco ci manca

La più divertente e stravagante corsa a ostacoli in mezzo alla natura propone una nuova e ancor più  avvincente edizione.

Gli ostacoli da superare saranno tantissimi (più di 30 cosparsi lungo 12 km di un unico percorso)  ,  tra balle di fieno, vasche di pomodori da guadare,  l’immancabile e onnipresente fango gli oltre 1.000 atleti sfideranno i propri limiti e il tempo.   Se nella scorsa edizione la Farm Run aveva sorpreso tutti per il Quarter Pipe più alto d’Italia e soprattutto per l’insidiosissima Peg Board che riuscì a frantumare la presunzione di molti atleti, l’edizione 2017 riserverà altre sorprese che metteranno a dura prova la compagine d’Elite del Campionato  Italiano OCR con velleità di piazzamenti nella parte alta delle competizioni  internazionali.

Ma se l’Elite avrà di che divertirsi e soffrire, l’organizzazione quest’anno ha pensato anche agli appassionati del podismo a ostacoli confezionando un percorso, “Smart Run”, di soli 5 chilometri invece dei tradizionali 12. Un‘occasione per mettersi alla prova e chissà, nel 2018, tentare la più impegnativa 12 chilometri non competitiva.

“Anche quest’anno – sottolinea Giuseppe Ronchini presidente di ACME ASD – abbiamo dato fondo a tutte le nostre energie e fantasia per dare in pasto agli straordinari atleti, provenienti da tutta Italia e alcuni anche dall’estero,  un percorso “del buon ricordo”, di quelli che vorremmo, come è accaduto nella scorsa edizione, restasse impresso sia per spettacolarità sia per ospitalità. Non vogliamo mai dimenticare che lo sport è amicizia e condivisione, dove il più preparato sarà incoronato e la sua gloria riconosciuta da tutti i colleghi con i quali ha condiviso due ore di fatica.  La nostra soddisfazione viene proprio da questo straordinario rapporto con gli atleti che quest’anno hanno voluto partecipare in massa alla terza edizione della più contadina gara del campionato italiano OCR”.

Parafrasando il conterraneo giallista Carlo Lucarelli, gli emiliano romagnoli quando devono fare qualcosa la devono fare bene Siamo gente che lavora a Bologna, dorme a Modena e va a ballare a Rimini e ci sembra comunque la stessa città che si chiama Emilia-Romagna. Qui la terra prende forma e diventa vasi e piastrelle di ceramica, la campagna diventa prodotto, anche la notte qui, il mare e il divertimento diventa un’industria. Qui si fa, veloci e diretti come le strade che attraversano la regione.” E se deve fare un’auto è una Ferrari o Lamborghini, se deve fare un formaggio è il  Parmigiano Reggiano, un prosciutto è il “Parma”, quello con la corona, il vino più esportato è, guarda caso,  il Lambrusco e l’aceto non può che essere “Balsamico” di Reggio o di Modena infine, se deve fare una OCR, fa la FARM RUN!

ACME ASD attende numeroso il pubblico il prossimo 24 giugno a partire dalle 9,30 (partenza della prima batteria alle 12,00) per applaudire e sostenere gli oltre 1.000, tra le magnifiche atlete e poderosi atleti, che si sfideranno nel fango di Noceto (PR).

La FARM RUN è aperta a TUTTI!

Link di riferimento:

www.FarmRun.it  

https://FederazioneItalianaOcr.it

https://CampionatoOcr.it

https://OcrEuropeanChampionships.org

https://OcrWorldChampionships.com

 

 

Torna su