Siccità Parma e Piacenza. Rainieri (Lega nord): aiuti immediati all’agricoltura in grave sofferenza

“Le misure emergenziali – rileva il consigliere – sarebbero previste solo per gli usi idropotabili, 

mentre, per gli usi irrigui e agricoli, l’unica misura realmente di emergenza sarebbe la deroga al deflusso minimo vitale, ma serve ben di più per evitare disastrose ripercussioni economiche e sociali”

Bologna, 27 giugno 2017

Nonostante l’emergenza causata dalla siccità non sono state finora previste misure destinate agli agricoltori in difficoltà. A denunciarlo, in un’interrogazione, è Fabio Rainieri (Lega nord) che ne chiede i motivi, ricordando che gli 8 milioni e 650.000 euro concessi dal Governo in seguito alla dichiarazione di stato di emergenza nazionale per la crisi idrica nelle province di Parma e Piacenza sono destinati ad “assicurare la fornitura d’acqua potabile alla popolazione, anche mediate autobotti, e per potenziare l’approvvigionamento idrico”.

La Regione, da parte sua, – aggiunge – con un provvedimento del 16 giugno 2017, “Disposizioni per fronteggiare la crisi idrica regionale”, ha previsto la possibilità di deroghe, su tutto il territorio regionale, rispetto alla sospensione per i prelievi dai corsi d’acqua con una portata inferiore al deflusso minimo vitale. “Anche nel Piano di sviluppo rurale – spiega il consigliere – sono previsti finanziamenti regionali pari a 18 milioni di euro per interventi finalizzati a un più razionale utilizzo della risorsa idrica”.

Dal quadro complessivo dei provvedimenti per affrontare la crisi idrica emerge, tuttavia, – rileva Rainieri – che le misure emergenziali sarebbero previste solo per gli usi idropotabili, mentre, per quanto riguardo gli usi irrigui e più in generale agricoli, l’unica misura realmente di emergenza sarebbe quella relativa alla deroga al deflusso minimo vitale, nonostante l’agricoltura in Emilia-Romagna sia uno dei settori principali dell’economia regionale e per il 2017 rischi un disastroso calo di un terzo della produzione”. Il leghista vuole quindi sapere se la Giunta intenda prevedere a breve aiuti agli agricoltori sui costi aggiuntivi che stanno affrontando, erogando, per esempio, contributi per l’acquisto del gasolio agricolo o aumentando i buoni per il gasolio agricolo, e domanda come si intenda fronteggiare l’emergenza per il prospettato enorme calo delle produzioni agroalimentari regionali causato dalla siccità, per evitare disastrose ripercussioni economiche e sociali. (Tutti gli atti consiliari – dalle interrogazioni alle risoluzioni, ai progetti di legge – sono disponibili on line sul sito dell’Assemblea legislativa al link: http://www.assemblea.emr.it) (Antonella Celletti)

Torna su