L’ultimo granello di sabbia della clessidra aziendale

La clessidra è uno strumento impiegato per misurare il tempo, nel suo lento divenire. La prima clessidra fu realizzata facendo scorrere l’acqua al suo interno. Successivamente l’acqua fu sostituita con la sabbia.

di Guido Zaccarelli 29ottobre 2017 – La sua etimologia ci porta ad entrare in contatto con due parole che viste nel loro insieme significano: rubare l’acqua.

La clessidra si comporta allo stesso modo di un bicchiere quando viene riempito di granelli di sabbia: nel primo caso i granelli scendono verso il basso sfruttando la legge di gravità, mentre nel secondo caso escono verso l’alto sfruttando, ad esempio, la mano dell’uomo.

Cosa lega la clessidra e il bicchiere oltre alla sabbia: il tempo con il quale misurare l’andamento di un fenomeno. Nella clessidra, il diametro del foro che unisce i due coni determina la quantità e la velocità con la quale i granelli di sabbia scorrono verso il basso. Nel bicchiere, la quantità e la velocità sono determinati dalla mano dell’uomo con la quale preleva uno o più granelli di sabbia in rapida successione.

Cosa lega il bicchiere, i granelli di sabbia, la mano dell’uomo all’azienda? I servizi o le attività che vengono chiuse.

Come mai? Le aziende vengono prevalentemente gestite da un management attento a raggiungere nel breve termine gli obiettivi di carriera.

La forbice inizia ad aprirsi con la contrazione del personale, spesso legata a motivi di uscita volontaria dal contesto lavorativo. Il personale non viene sostituito.

I granelli di sabbia vengono prelevati dal bicchiere ma non vengono re-immessi. Le attività vengono frammentate sul personale rimanente e in parte ridistribuite in altri settori dell’azienda. Intanto la mano continua a prelevare granelli di sabbia di fronte all’indifferenza di tutto ciò che ruota intorno. Una mattina il risveglio diventa amaro, il bicchiere è vuoto: la mano invisibile ha prelevato l’ultimo granello di sabbia.

Solo in quel momento le persone si accorgono che qualcosa è cambiato perché agisce sulla quotidianità influenzando comportamenti e stili di vita non sempre associati al benessere sociale. Il servizio o l’attività vengono chiuse e trasferite all’esterno oppure trasformate nella formato digitale senza ritorno.

È come vedere innanzi a sé la clessidra e osservare la sabbia che scorre verso il basso, persone, cose, attività, momenti della vita che se ne vanno a volte senza un perché, che si adagiano sul fondo in attesa del nuovo che avanza per accedere ad un cambiamento. Un po’ come rubare l’acqua che scorre verso il basso dentro la clessidra messa nelle mani del tempo che osserva da lontano l’uomo agire contro se stesso.

Torna su