Ambiente, biologico e agricoltura sociale: premiate le 6 imprenditrici del “De@Terra”

Roma 19 dicembre 2017 – Dall’olio extra vergine di oliva bio “funzionale” arricchito di vitamine, con effetti benefici contro l’osteoporosi, alla fattoria sociale per l’inclusione di giovani e adulti con disabilità che promuove il “turismo etico”.

Dall’ “orto in adozione” ai tirocini per l’inserimento lavorativo dei soggetti con status di rifugiato politico. E ancora, la prima Scuola di Multifunzionalità agricola familiare che, oltre ad essere una piccola oasi della biodiversità con più di 350 varietà, utilizza la cucina agrituristica del “riuso” e, infine, la coltivazione di prodotti diventati presidio “Slow Food”. Sono queste le caratteristiche delle aziende, tutte a conduzione femminile, premiate anche quest’anno dal concorso nazionale “De@ Terra”.

Il “Premio De@Terra” (XVI edizione) è finalizzato all’individuazione di 6 imprenditrici agricole operanti sul territorio nazionale che si siano distinte per la propria iniziativa. Le vincitrici del premio 2017 parteciperanno ad una visita di studio per lo scambio di buone prassi presso alcune realtà agricole dell’Unione europea, creando i presupposti per lo sviluppo e il consolidamento di effettive opportunità di crescita imprenditoriale.

La premiazione si è svolta il 18 Dicembre presso la Sala Cavour del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali.

Le vincitrici 2017:

PETRINI Francesca

“Az. Agr. Fattoria Petrini”

Monte San Vito (AN)

BISCHETTI Martina

“Az. Agr. Fabioland”

Nerola (RM)

MASTROGIUSEPPE Annalisa

“Az. Agr. Le Favole di Gaia”

Pratola Peligna (AQ)

MIGLIACCIO Immacolata

“Soc. Agr. ABIM”

Santa Maria Capua Vetere (CE)

GASTALDI Elisa

“Azienda agricola Elilu  

Scuola di Multifunzionalità Agricola Familiare”

Castelnuovo Scrivia (AL)

INVIDIATA Grazia Sandra

“Az. Agr. Invidiata Grazia”

Collesano (PA)

 

Torna su