Cereali e dintorni. Mercato decisamente rialzista.

Si stanno concretizzando scenari potenzialmente in grado di qualche sorpresa di mercato.  Mercato decisamente rialzista.

di Mario Boggini e Virgilio – Milano, 12 febbraio 2018

Dopo l’effetto USDA si aggiunge il meteo, e la possibile guerra dei dazi: nel fine settimana in Argentina ha piovuto meno del previsto e quindi da questa mattina il mercato telematico segna aumenti sensibili su tutte e 4 le principali commodities prese in esame. Seme da + 10 a 13 punti, farina da + 5 a 7,50 dollari la tonnellata corta, mais da + 2,75 a 3,25 punti e grano + 5,75 a 6,50 punti. Mercato decisamente rialzista.

Ma all’orizzonte potrebbero esserci sorprese di difficile interpretazione e previsione. La Cina ha infatti stornato un acquisto di mais, a favore di merce provenienza Ucraina, in risposta ai dazi imposti dall’amministrazione Usa su alcuni manufatti Cinesi. Se tale tendenza dovesse confermarsi potrebbero manifestarsi serie ripercussioni con due scenari comunque difficili.

Il primo un innalzamento del mercato Ucraino e del Mar Nero per quanto riguarda semi di oleaginose e cereali e ridimensionamento netto del mercato U.S.A.

Uno spostamento degli acquisti della Cina che potrebbe essere di forte cambiamento per il mercato dei cereali della vecchia Europa.

Per il momento archiviamole solo come ipotesi.

Il mercato del fisico per il momento sta reagendo sui semi di soya e farina con netti rincari, ma è presto per confermarne la tenuta e la consistenza.

Per il comparto bioenergie poco da segnalare se non una anomala e momentanea superiore disponibilità di farinetta di mais. Continuano ad essere reperibili i cruscami di grano anche se più cari, spezzati e farine di mais ricostruite, cascami di riso, bucce di cacao, mentre i cereali tossinati sono ormai introvabili.

Indicatori internazionali 12 febbraio 2018
l’Indice dei noli è salito sino a 1.125 punti, il petrolio flette attorno 59$/bar. e l’indice di cambio €/$ segna 1,22603.

AGGIORNAMENTO DEL 13/2/2018

E’ da molto che non si vedeva un mercato così rialzista in poche sedute.

12/2/2018

 

SEMI

mar 1001,6 (+18,6)

mag 1012,4 (+19)

lug 1022 (+18,4)

FARINA

mar 357,8 (+14)

mag 360,4 (+13,2)

lug 360,8 (+13,2)

OLIO

mar 31,85 (-0,11)

mag 32,05 (-0,10)

lug 32,24 (-0,10)

CORN

mar 367 (+5)

mag 374,6 (+5)

lug 382,4 (+5)

GRANO

mar 464 (+15)

mag 476 (+15)

lug 489,4 (+14,6)

 

5/2/2018

SEMI                                                             

mar 969,6 (-9)

mag 981,2 (-9)

lug 991,2 (-8,4)

FARINA

mar 327 (-4,4)

mag 331 (-4,4)

lug 333,3 (-4,8)

OLIO

mar 32,5 (-0,01)

mag 32,71 (0)

lug 32,92 (0)

CORN

mar 358,6 (-2,6)

mag 366,4 (-3)

lug 374,2 (-3)

GRANO

mar 440,2 (-6,4)

mag 452,4 (-7,2)

lug 467 (-6,4)

          

 

 

Mario Boggini – esperto di mercati cerealicoli nazionali e internazionali – (per contatti +39 338 6067872) – Valori indicativi senza impegno, soggetti a variazioni improvvise. Questa informativa non costituisce servizio di consulenza finanziaria ed espone soltanto indicazioni-informazioni per aiutare le scelte del lettore, pertanto qualsiasi conseguenza sull’operatività basata su queste informative ricadono sul lettore. 

Officina Commerciale Commodities srl – Milano.

http://www.andalini.it/it/

 

Torna su