Labirinto d’acque: il programma

Il summit ha aperto i battenti ieri, mercoledì 21 marzo, con due appuntamenti: la conferenza internazionale, organizzata dall’Università di Parma con il contributo dell’Autorità di bacino distrettuale del fiume Po, su “The virtuous path: from water scarcity to water efficiency”,

con la presentazione del World Water Development Report 2018 dal titolo “Nature-based Solutions for Water”, e il primo incontro dei Salotti d’acqua, dialogo tra ospiti eccellenti. Tra questi: Romano Prodi, Monique Barbut (Unccd) e Karl Burkart (Leonardo DiCaprio Foundation) che presenterà il report “Nature for Water”, per rilanciare il tema delle soluzioni offerte dalla natura per contrastare il cambiamento climatico, la siccità e l’inquinamento.

Giovedì 22 marzo, Giornata mondiale dell’acqua, vedrà la presenza di numerosi scienziati e divulgatori scientifici internazionali moderati da Luca Mercalli (Società meteorologica italiana). Per i Salotti d’acqua, Piero Bianucci intervista gli astronauti Samantha Cristoforetti e Gennadij Padalka sul tema dell’acqua nell’universo.
Il governo e l’innovazione nelle politiche per la lotta ai cambiamenti climatici e le ricadute sulla risorsa idrica e l’agricoltura saranno il tema centrale di venerdì 23 marzo, a partire dal convegno “The Blue Challenges and Opportunities: from strategies into actions”, curato dalla Regione Emilia-Romagna.

Alla giornata parteciperanno rappresentanti di tutti gli Stati e le Regioni con cui l’Emilia-Romagna ha avviato rapporti e collaborazioni e che sono impegnati nella lotta al cambiamento climatico e interessati alle opportunità di crescita attraverso un uso efficiente dell’acqua e delle risorse naturali. Tra gli altri, saranno presenti Brian Richter, punto di riferimento mondiale nelle scienze dell’acqua e nella conservazione delle risorse idriche e presidente di Sustainable Waters, organizzazione di educazione all’acqua, con una key lecture iniziale; Pietro Laureano (Unesco) unitamente al presidente Stefano Bonaccini, agli assessori regionali Paola Gazzolo e Simona Caselli (Agricoltura), al ministro dell’Ambiente, Gianluca Galletti, e ai rappresentanti dello Stato della California (che affronterà il tema delle politiche di resilienza nella gestione idrica) e del Sud Africa dove il diritto all’acqua costituisce un elemento fondante di democrazia e uguaglianza.

Per l’appuntamento dei Salotti d’acqua è in programma la lectio magistralis “Acqua, arte e architettura” dell’architetto francese Thierry Huau, introdotta da Franco Maria Ricci, e dall’architetto Pier Carlo Bontempi, che approfondiranno il tema nei suoi aspetti artistici e paesaggistici. La giornata culminerà con la performance dal vivo del regista gallese Peter Greenaway, con suggestioni sull’acqua tra filosofia e cinema.

L’ultimo giorno del summit, sabato 24 marzo, affronterà il tema dell’acqua come nutrimento e fonte di salute e benessere presentando due diversi focus: il convegno “Ricerca, sviluppo e innovazione nella medicina termale”, coordinato dal professor Umberto Solimene (presidente mondiale di Femtec), e “Acqua primo alimento”, dove interverranno, tra gli altri, Paolo Pinton e Marta Antonelli.

A concludere la giornata e tutto il festival con i Salotti d’acqua sarà Federica Pellegrini, intervistata da Davide Cassani. Parleranno del tema ieri, .
Le conferenze sono a ingresso libero, con iscrizione obbligatoria. L’accesso al Labirinto di Franco Maria Ricci e alla collezione d’arte è possibile secondo le regolari tariffe.

Gli enti e i privati organizzatori e promotori
Il summit è nato sotto l’Alto patronato del presidente della Repubblica italiana, sotto l’Alto patrocinio del Parlamento europeo e con il patrocinio delle più alte istituzioni dello Stato, della Regione Emilia-Romagna, del Comune di Parma, del Comune di Fontanellato e dell’Unione parmense degli industriali, è organizzato dalla Fondazione Franco Maria Ricci, con la supervisione di Luca Mercalli (Società meteorologica italiana), con il contributo scientifico di Università di Parma, Unesco Wwap, Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra), Autorità distrettuale di bacino del Po, Wwf, Barilla Cfn Foundation (Bcfn) e Mutti.

L’evento è arricchito dalla collaborazione di Iren, Sangemini-Acque Minerali d’Italia, Cattolica Assicurazioni, Scic Cucine d’Italia, Dulevo International, Inacqua, Cooperativa sociale Società Dolce, Fondazione Cariparma.

Torna su