Consumi – Italia spaccata

2018: ancora in ripresa la spesa per i prodotti alimentari.

La spesa delle famiglie per i prodotti alimentari registra nel primo trimestre 2018 un incremento del 1,4% rispetto all’analogo periodo del 2017 che segue il +3,2% già registrato nell’intero 2017 rispetto all’anno precedente.

Anche nel primo trimestre 2018 sono i prodotti confezionati a trainare la spesa (+2,3%) mentre per i prodotti sfusi (che ormai pesano solo il 33% del valore del carrello) la spesa si è contratta dello 0,5%.

 I consumatori italiani nel periodo da gennaio a marzo 2018 hanno speso circa l’1,3% in più per l’acquisto di beni alimentari e l’1,9% in più per le bevande (alcoliche ed analcoliche).

Importante sottolineare che la ripresa non si è manifestata in maniera uniforme a livello nazionale: una crescita sostenuta della spesa si è registrata nell’Area Nord Est (+5%) del Nord Ovest (+3,3%) e nell’Area Centro (+5,6%), mentre una flessione della spesa ha caratterizzato i consumi nell’Area Meridionale (-1,1%).

La composizione del carrello nel primo trimestre 2018 vede una riduzione della spesa per le bevande analcoliche, per gli ortaggi (sia freschi che trasformati), e per molti prodotti da scaffale derivati dei cereali, mentre aumenta la spesa per tutti i prodotti proteici (carni pesce uova).  

Tra i prodotti freschi molto bene il comparto delle uova, per le quali la spesa è aumentata nel primo trimestre del 19% dopo la già buona performance del 2017 (+4% rispetto al 2016). Il trend è in buona parte ascrivibile all’aumento dei prezzi medi (+19%) e alla maggior presenza in assortimento di uova provenienti da allevamenti “a terra” e biologici.

(Ismea 31 maggio 2018)

Torna su