Quali documenti servono per andare in Canada

Il Canada è la meta che sognano tutti per i suoi bellissimi paesaggi e la sua cultura ed accedervi è molto semplice, serve solo una connessione ad internet e il passaporto. Ora andiamo a vedere cosa occorre nel concreto per poter visitare questo luogo meraviglioso.

Non vi occorre il visto se siete turisti italiani ma l’autorizzazione elettronica di viaggio, cioè l’ eTa (electronic travel authorization), che è diventata obbligatoria dal 26 settembre di due anni fa. Quindi l’eTa occorre se andate in Canada per turismo, affari o transito.

Ovviamente l’eTa andrà presentata insieme ad un passaporto in corso di validità, che deve essere almeno della durata del viaggio, ma è consigliato avere un passaporto con validità di almeno sei mesi.

L’eTa si può richiedere online e sarà collegata in modo elettronico al passaporto, sarà valida per cinque anni tranne se il passaporto dovesse scadere prima, in tal caso l’eTa scadrebbe con il passaporto. Con questa certificazione non potrete rimanere in Canada in modo permanente e non potrete svolgere attività che vi permetteranno di guadagnare denaro.

L’eTa è un documento di tipo ufficiale. Richiedere questa certificazione è molto semplice. Si accede al sito CIC (Citizenship and Immigration Canada) e in un apposito form bisogna inserire i propri dati personali: quelli anagrafici e i propri recapiti come telefono e abitazione, residenza.

Oltre al passaporto occorrerà rilasciare un indirizzo email e dovrete avere una carta di credito per pagare il documento. La procedura per richiedere l’eTa è online e vi ruberà solo qualche minuto.

Cosa vi servirà per accedere in Canada?
Come abbiamo già detto un passaporto valido con associato l’eTa. Appena arrivati in Canada bisognerà dimostrare di avere forti legami con l’Italia: una famiglia e un lavoro stabile; bisognerà dimostrare di avere una sicurezza economica e di avere intenzione di tornare nel proprio paese dopo aver terminato il viaggio; bisogna dimostrare di essere in possesso di buona salute.

Ovviamente la certificazione eTa non vi garantisce l’ammissione automatica in Canada, ma dovete avere anche tutti i requisiti elencati sopra.

E per quanto riguarda i minori di 18 anni?

I minori possono viaggiare con i genitori, con un’adulto che ne fa le veci oppure da soli.
I bambini che viaggiano da soli hanno bisogno del personale passaporto, il certificato di nascita e un altro certificato scritto dai genitori che autorizzi il bambino a viaggiare su quell’aereo. Ovviamente su questa lettera ci saranno i dati anagrafici dei genitori, del bambino e anche i recapiti telefonici e di residenza.

Questa autorizzazione servirà anche nel caso in cui il bambino viaggiasse con un’altro adulto, qui i genitori devono autorizzare sempre sotto forma di lettera questa persona a viaggiare con il bambino, inserendo anche qui tutti i dati dei genitori e dell’accompagnatore.

Invece nel caso viaggiasse con un genitore soltanto bisognerà portare insieme al passaporto del bambino una lettera che certifichi che l’altro genitore sia a conoscenza di questo viaggio e che autorizzi il genitore accompagnatore a viaggiare con il bambino, tutto associato ai vari recapiti del genitore che aspetterà a casa e la fotocopia della sua carta di identità.

In aeroporto dopo i vari controlli dei bagagli e del passaporto l’ufficiale che si occupa dell’immigrazione vi darà il permesso ad entrare in Canada oppure potrebbe anche non darvelo per motivi che vi spiegherà. Se sarete idonei ad accedervi vi dirà per quanto tempo potrete stare in Canada. Di solito è un periodo di sei mesi però nel caso si volesse tornare prima sarà segnato sul passaporto un limite di tempo più breve.

Ora cosa state aspettando? Approfittate di queste giornate estive per fare un meraviglioso viaggio in Canada, magari Toronto la città sulle rive del lago Ontario, Vancouver una delle metropoli più verdi al mondo e caratterizzata dalla sua cultura aborigena oppure Montréal che è, solo dopo Parigi, la seconda città francofona del mondo, il Parco Nazionale di Baff è uno dei pochi più estesi al mondo, e parlando ancora di natura perché non fare un salto in mezzo a paesaggi mozzafiato come al Lago superiore?

In termini di estensione è uno dei laghi più importanti d’America e in più si potranno fare suggestive gite in barca o avventurose uscite in canoa. E le cascate del Niagara? Non penso che voi vogliate perdervele, sarebbe un peccato.

Quindi non vi resta che seguire queste linee guida e richiedere l’apposita certificazione eTa per poter partire.

Mi raccomando i documenti devono essere tutti in regola, controllate le scadenze oppure la loro l’usura per evitare spiacevoli sorprese in aeroporto.

Fonte d’informazione di questo articolo sull’eTA: https://eta-canada.it/eta-canada-in-dettaglio/ 

(Foto Parlamento Canadese – 2007 agosto – Maria Azzurra Mugnai)

Torna su