Cereali e dintorni. E’ bastato un twit!

E’ bastato un tweet del Presidente Trump per svegliare un mercato assonnato e depresso.

di Mario Boggini e Virgilio – Milano, 02 novembre 2018 –

Mentre scriviamo il mercato telematico è ancora in aumento.

Riportiamo una nota di Agricensius: “Soybeans were poised to post their biggest daily contractual gain on Thursday on hopes that a four-month trade war between the two wealthiest nations could be near an end.Soybeans rose 4% in a matter of minutes to hit a high of $8.73/bu after President Trump said he had made good progress in resolving a trade dispute with President Xi of China. “Just had a long and very good conversation with President Xi Jinping of China. We talked about many subjects, with a heavy emphasis on trade. Those discussions are moving along nicely with meetings being scheduled at the G-20 in Argentina. Also had good discussion on North Korea,” he tweeted.In response, state media quoted President Xi as saying that “both sides should push for trade solution that is mutually acceptable.”

The announcement gave hope that any trade resolution later this month would result in China dropping its additional 25% import tariff on soybeans bought from the US.”

“I semi di soia erano pronti a postare il loro più grande guadagno contrattuale giornaliero giovedì nella speranza che una guerra commerciale di quattro mesi tra le due nazioni più ricche potesse essere vicina alla fine. I fagioli di soia sono saliti del 4% in pochi minuti per raggiungere un massimo di $ 8,73 / bu dopo Il presidente Trump ha detto di aver compiuto buoni progressi nel risolvere una disputa commerciale con il presidente Xi della Cina.

“Ho appena avuto una lunga e ottima conversazione con il presidente Xi Jinping della Cina. Abbiamo parlato di molti argomenti, con una forte enfasi sul commercio.Queste discussioni si stanno muovendo bene con gli incontri in programma al G-20 in Argentina. Ha anche avuto una buona discussione sulla Corea del Nord “, ha twittato. In risposta, i media di stato hanno citato il presidente Xi che ha affermato che” entrambe le parti dovrebbero spingere per una soluzione commerciale reciprocamente accettabile “.

L’annuncio ha rilanciato la speranza che qualsiasi risoluzione commerciale, alla fine di questo mese, avrebbe condotto la Cina a perdere la sua tariffa aggiuntiva del 25% sulle soie acquistate dagli Stati Uniti.”

Se il nodo Cina verrà sciolto allora il mercato potrebbe prendere anche altri 30 punti sulla farina.

Indicatori internazionali 02 novembre 2018
l’Indice dei noli è sceso sino a 1470 punti, il petrolio è sceso attorno a 64,00$/bar. e l’indice di cambio €/$ segna 1,14393

(per accedere alle notizie sull’argomento clicca qui)

http://www.andalini.it/it/

 

 

 

Torna su