Cereali e dintorni. Mercato in “Sospensione”

Coltivazione di mais

Nulla di nuovo in un mercato, “sospeso” in attesa di notizie. Voci di acquisti Cinesi si rincorrono ma senza concretezza. Una nota di Agricensius in merito alle voci di corridoio.

di Mario Boggini e Virgilio – Milano, 19 dicembre 2018 – Agricensius 18 dicembre 2018 –” Last week, Chinese state-owned companies Sinograin and Cofco purchased at least 1.43 million mt of soybeans after a five-month boycott of beans, although market estimates suggest that the true figure is a lot higher. In July, China slapped a 25% tax on US soybean imports as part of a tit-for-tat trade war between world’s two biggest economies, effectively bringing a halt to trade between the two nations. However, earlier this month China promised to buy US agricultural products in a bid to ease tensions between the two countries.Soybean exports are worth $12 billion a year to the US economy.”
“La scorsa settimana, le aziende statali cinesi Sinograin e Cofco hanno acquistato almeno 1,43 milioni di tonnellate di soia dopo un boicottaggio di cinque mesi, sebbene le stime di mercato suggeriscano che la cifra reale sia molto più alta.A luglio, la Cina ha imposto una tassa del 25% sulle importazioni di soia dagli Stati Uniti come parte di una guerra commerciale tra le due maggiori economie del mondo, bloccando di fatto il commercio tra le due nazioni.Tuttavia, all’inizio di questo mese la Cina ha promesso di acquistare prodotti agricoli statunitensi nel tentativo di allentare le tensioni tra i due paesi. Le esportazioni di soia valgono 12 miliardi di dollari all’anno per l’economia degli Stati Uniti.”

Fonti governative Cinesi parlano di un’altra prossima missione in USA per dirimere la questione dazi, ma intanto la verità è che la Cina ha trovato strade e fonti proteiche alternative ed è perciò improbabile che i volumi tornino rapidamente alle dimensioni ante ostilità commerciali.

Sul mercato interno da segnalare una logistica impazzita. Il problema non è trovare la merce ma consegnarla.

Merceologicamente Grani ed Orzo sempre ben tenuti e fermi, il Mais ha risentito delle difficoltà logistiche e di una maggiore domanda da parte d’industria Piemontese. Ieri ha recuperato alla borsa di Milano altri due Euro Tonnellata. Foraggi e fibrosi fermi. Cruscami in aumento come era ovvio attendersi.

Per quanto riguarda i proteici ecco alcuni prezzi: farina di soya 44% 323€, la proteica a 332€ mentre per al 2019 la proteica, per un anno, a 333€.

Per il mercato delle bioenergie da segnalare che mais tossinato non se ne trova e la richiesta di farine e farinette è aumentata. Si segnala la possibilità di acquistare del sorgo declassato ad uso energetico.

Indicatori internazionali 19 dicembre 2018


l’Indice dei noli è salito sino a 1395 punti, il petrolio è sceso sotto soglia 50$ attorno a 46,50$/bar. e l’indice di cambio €/$ segna 1,14019

 

(per accedere alle notizie sull’argomento clicca qui)

http://www.andalini.it/it/

 

 

 

Torna su