Parmigiano e Padano: prosegue la flessione del prezzo all’origine

Prosegue anche in questa settimana il trend negativo dei prezzi all’origine dei due formaggi grana nazionali. La congiuntura dei prezzi medi all’origine di entrambe le Dop, infatti, si mostra con segno negativo su tutte le stagionature.
Mediamente la quotazione del Reggiano più giovane si attesta sui 10,87 euro/kg (-0,79% rispetto alla settimana precedente), mentre il 24 mesi tocca i 12,27 euro/kg (-0,41% rispetto alla settimana precedente).
Il Grana Padano 16/24 mesi viene scambiato a 9,20 euro/kg perdendo in questi ultimi sette giorni lo 0,84% del suo valore. Ecco i cali sulle varie piazze.
A Mantova il Grana ha rilevato un andamento al ribasso di 13 centesimi su tutte le varietà, due in meno di quello registrato dal Parmigiano sulla medesima piazza. Per quest’ultimo i cali su Reggio Emilia e Parma si attestano sui 10 centesimi. Mentre a Modena si registra un calo di 10 centesimi per la produzione 12 mesi e di 5 per le altre produzioni quotate.
Ancora nessun segnale di movimento per le materie grasse. Lo zangolato si conferma come valore sui 2,40 euro/kg sulle piazze emiliane e sui 2,55 euro/kg sulle lombarde.
Per gli altri prodotti caseari i prezzi sono rimasti invariati sui precedenti valori.

FONTE: ISMEA

www.cibusonline.net cibus@nuovaeditoriale.net

Torna su