Terza Pagina: benzina da record, inflazione galoppante e borsa in caduta libera (2)

Era domenica 1 agosto, quando, volutamente, ho pubblicato l’articolo sfidando la sorte e la faccia. Però non nego che, una parte di me, sperava di avere torto. Speravo in cuor mio che la speculazione non arrivasse a tanto. Almeno è servita per fare lavorare i nostri governanti che, a quanto è stato comunicato, non andranno in vacanza pur di seguire la manovra correttiva e “l’attacco all’Italia” dei mercati finanziari.

Obama, poco prima della apertura della borsa di Tokio di lunedi 1 agosto, ha annunciato alla nazione la manovra per evitare il default finanziario. Ma non è bastato. Vigilia di un compleanno amaro per il presidente americano che il 4 agosto copirà i suoi “primi 50 anni”.  Lunedi la borsa italiana perde il 3,87%, martedi nessun rimbalzo e milano lascia altri 2,66 punti percentuali seguito ancora da mercoledi dove si altri 1,54 punti sono stati perduti.

Ma a Berlusconi non va meglio di Obama. Chissà che la proposta di “non chiudere” pe le ferie estive sia proprio per drammatizzare ancor di più la situazione nazionale e perciò tentare di recuperare consenso dopo le caute di immagine, di stile e soprattutto di “elettori” di questi ultimi mesi. Penso positivo e spero in una estate che porti Buon Consiglio a nostri e altrui leader di governo.

 

 

 

Virgilio

 

 

www.cibusonline.net cibus@nuovaeditoriale.net

Torna su