Social Network, un fenomeno in costante crescita

La Nielsen ha pubblicato i dati del suo ultimo rapporto “State of the Media: The Social Network Report”, nel quale ha studiato il fenomeno dei nuovi social network come Facebook, Twitter e simili. Ne è venuto fuori il quadro di un fenomeno in costante crescita, che ha pesanti influenze non solo sull’economia mondiale, ma persino sulla cultura. Basti pensare che i paesi arabi saliti di recente agli onori delle cronache per le loro rivolte contro regimi repressivi sono quelli che hanno registrato il maggior aumento di iscrizioni ai siti social. Il report ha praticamente messo “nero su bianco” la grandissima influenza che il social networking sta avendo sul nostro modo di concepire ed interpretare il mondo. Persino in Italia, dove a volte sembra che il digital divide sia ancora una barriera insuperabile, Facebook fa da padrone. Basti pensare che ben l’84% del popolo degli internauti italiani frequenta siti di social network e blog, contro l’80% degli americani. Una volta tanto abbiamo battuto gli Stati Uniti.

Inoltre, come abbiamo accennato prima, i siti social hanno anche una grande influenza economica. Facebook, per usare l’esempio più lampante, avrebbe creato in America ben 182.000 posti di lavoro e contribuito all’economia USA con più di 12 milioni di dollari. Zynga, software house creatrice di molti videogiochi di culto su Facebook, può contare su oltre 2.000 dipendenti e ha un valore stimato tra i 15 e i 20 milioni di dollari. Quest’ultimo, tra l’altro, è solamente il sito più famoso, insieme a Twitter, ma ne stanno nascendo sempre di più e sempre più variegati. Grande successo lo sta avendo il nuovo Tumblr, che negli USA conta già 12.000 visitatori. Per non parlare dell’ancora sperimentale Google Plus.

L’invasione è ormai compiuta e la sensazione è che siamo ancora all’inizio. Tra computer economici e smartphone, il mondo sarà sempre più social.

 

Foto: Butch Lebo via Flickr

Fonte TECNOZOOM

www.cibusonline.net cibus@nuovaeditoriale.net

Torna su