BORSA GRANA: LISTINI ANCORA IN LEGGERO RIALZO PER I DUE PRINCIPALI PRODOTTI ITALIANI

La settimana appena trascorsa, mostra un andamento ancora positivo per i prezzi medi all’origine dei due formaggi duri a denominazione, con listini al rialzo per entrambe le produzioni di Parmigiano, seguiti dagli aumenti del Grana circoscritti, però, alla sola stagionatura più vecchia.

Per il Grana Padano, infatti, alla totale stabilità dei listini su tutti i centri di scambio, si è contrapposto solo un lieve aumento (+5 centesimi) dello stagionato 16/24 mesi a Mantova, scambiato a 9,33 euro/kg.

Passando all’altra Dop, a Reggio Emilia la produzione di partite del 2009 non ha subito variazioni di prezzo, mentre gli aggiustamenti al rialzo hanno riguardato le sole partite più recenti. Del tutto divergente l’andamento a Parma, dove solo il 24 mesi ha di fatto recuperato 5 centesimi rispetto ai precedenti valori, mentre la produzione 2010 ha confermato i precedenti corsi.

Secondo gli operatori del settore l’andamento del mercato è giudicato in linea di massima positivo, con scambi nella norma per il periodo esaminato. Le preoccupazioni riguardano le ripercussioni che l’andamento economico non positivo potrà avere nel prossimo futuro non solo riguardo ai consumi, ma più in generale sono rivolte verso gli aumenti dei costi di produzione e di commercializzazione di tutto il comparto. Situazione di stallo per tutte le materie grasse con ancora una settimana senza variazioni dei prezzi medi all’origine. Identico l’andamento per gli altri prodotti caseari, tutti con quotazioni ferme sui livelli di sette giorni fa.

FONTE ISMEA

www.cibusonline.net cibus@nuovaeditoriale.net

Torna su