SICUREZZA ALIMENTARE: chiuse 22 aziende dai NAS

Sicurezza alimentare – Monitoraggio dei NAS nel settore delle conserve alimentari: chiuse 22 aziende

I Carabinieri dei 38 NAS dislocati sul territorio nazionale hanno effettuato una vasta azione di monitoraggio nei confronti delle strutture produttive che operano nel comparto della lavorazione, deposito e distribuzione delle conserve alimentari. Sono stati sottoposti a controlli 457 opifici, 110 dei quali (24%) risultati non in regola con le normative di settore. In particolare, i militari operanti hanno rilevato 172 violazioni di carattere amministrativo e penale, segnalando alle Autorità i 118 responsabili, ai quali sono state altresì elevate sanzioni amministrative per circa 160mila euro.

Sono 22 le strutture per le quali le attività ispettive hanno accertato condizioni igienico sanitarie tali da rendere necessaria l’adozione di provvedimenti di sequestro o di chiusura immediata. In complesso, sono state sequestrate oltre 1200 tonnellate di conserve alimentari, pari a circa 1 milione e mezzo di confezioni, detenute in pessimo stato di conservazione, all’interno di ambienti non idonei a garantirne la sicurezza, alterate ed invase da parassiti, prive di rintracciabilità ed artatamente manipolate al fine di truffare il consumatore; il valore della merce sottratta alla distribuzione commerciale si aggira intorno a 1 milione e 600 mila euro.

Fonte Carabinieri

 

 

www.cibusonline.net cibus@nuovaeditoriale.net

Torna su