Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole al primo posto nella classifica 2011 di BancaFinanza. Ciononostante ha Ricevuta una consistente multa da Bankitalia.


Per il quarto anno consecutivo, il Gruppo si posiziona ai vertici delle classifiche di BancaFinanza, confermandosi al primo posto tra i grandi gruppi bancari nella Superclassifica che tiene conto degli indicatori di solidità, redditività e produttività. 

Un ottimo posizionamento anche nelle singole classifiche di:

Solidità, 3° posto

Redditività, 2° posto

e Produttività, 2° posto.

Tali risultati denotano la capacità del Gruppo di mantenere alti i livelli di solidità patrimoniale e liquidità, garantendo

una crescita sostenibile a sostegno dell’economia reale.

Il Tier 1, infatti, si è attestato all’8,7%, il Tier Total al 10,2% e il cost/income si è normalizzato al 56,6%.

Cariparma ha un rating A1 per Moody’s e A+ per S&P, tra i migliori del sistema bancario italiano.

Posizione di rilievo anche per la singola Banca che guadagna il 1° posto sia nella Superclassifica delle Grandi Banche che in quella di Solidità.

BancaFinanza è la rivista di settore che ogni anno mette a confronto le performance e le caratteristiche patrimoniali degli istituti di credito italiani. L’indagine viene realizzata da analisti indipendenti attraverso l’analisi rigorosa dei bilanci.

Tucco ciò non è comunque stato sufficiente per non essere presa di mira da Banchitalia. Multa pesante della Banca d’Italia per Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza, l’istituto controllato dal francese Crédit Agricole. La Vigilanza ha infatti comminato alla banca una sanzione per complessivi 279.000 euro: multati con 12.000 euro cadauno gli attuali componenti del consiglio d’amministrazione (il presidente Ariberto Fassati, il vicepresidente Fabrizio Pezzani, Jean Louis Roveyaz, Claude Henry, Marco Rosi, Germano Montanari, Marco Granelli, Anna Maria Artoni e Joel Fradin) e gli ex membri del board Giancarlo Forestieri, Daniele Pezzoni, Marc Carlos, Michel Pelosoff, Gian Domenico Auricchio, Federico Falck, Philippe Brassac e Arnaud Chupin.

Sanzionato con 15.000 euro il direttore generale e amministratore delegato Giampiero Maioli e con un’identica multa l’ex a.d. Guido Corradi, attualmente vicepresidente della banca. I provvedimenti di Bankitalia hanno colpito anche i sindaci Marco Ziliotti (presidente del collegio), Paolo Alinovi, Umberto Tosi, Angelo Gilardi e il sindaco supplente Giancarlo Ducceschi, ciascuno multato per 9.000 eruro. La Vigilanza ha rilevato carenze nell’organizzazione e nei controlli interni da parte dei componenti ed ex componenti il consiglio d’amministrazione attuale, l’ex board, l’attuale e l’ex direttore generale e il collegio sindacale.

FONTI: CREDIT AGRICOLE – ADVISORonline.it

 

 

www.cibusonline.net cibus@nuovaeditoriale.net

Torna su