PARMIGIANO e BIOMASSE – Favia: “Foraggio mucche da terreni con centrali a biomasse.   Con quale logica? Linee guida violate”

PARMIGIANO e BIOMASSE – Favia: “Foraggio mucche da terreni con centrali a biomasse. Con quale logica? Linee guida violate”

Bologna 16 gennaio 2012 – Domani in Aula Question time M5S sulle forme ‘esplosive’ e la mancanza di coerenza della Regione.

“C’è un’incompatibilità fra la produzione di Parmigiano-Reggiano e le centrali a biomasse” – dice Giovanni Favia, Consigliere Regionale del Movimento 5 Stelle, che spiega – “lo spargimento del digestato sui terreni contamina la terra e la vegetazione con le spore dei clostridi. I clostridi interferiscono con il processo di fermentazione del Parmigiano-Reggiano, tant’è che nelle linee guida regionali per la collocazione di impianti a biomasse, approvate lo scorso luglio, è fatto specifico divieto di insediarli nelle zone di provenienza del famoso formaggio. Ma c’è una contraddizione” – continua Favia – “visto che ad alcune stalle che forniscono il latte per il Parmigiano viene fornito foraggio coltivato nella zona di Medicina (BO). E a Medicina sono attivi degli impianti a biomasse anche molto potenti, e per altri sono in corso le procedure di autorizzazione. E’ un grosso controsenso, perché i clostridi sono persistenti sul foraggio. Quindi ci chiediamo che senso abbia” – dice Favia – “vietare gli impianti a biomasse nella zona del Parmigiano-Reggiano se poi si importa il cibo per gli animali da altre zone… Con impianti a biomasse! Quale sarebbe la logica? Non sappiamo se la Regione ne sia a conoscenza, e per questo abbiamo presentato un’articolata interrogazione a risposta immediata, perché questa contraddizione mette a rischio una produzione di qualità che ci rende famosi nel mondo. E’ successo infatti in alcuni casi che i clostridi abbiano interferito con la fermentazione delle forme di formaggio, creando molta anidride carbonica e portando allo scoppio delle forme! Sicuramente una situazione da evitare, senza considerare che alcuni pareri scientifici ipotizzano che i clostridi siano pericolosi anche per l’uomo. Quindi domani ci aspettiamo” – conclude il Consigliere del Movimento 5 Stelle – “che la Regione faccia chiarezza su tutta questa vicenda.”

 

 

 

GIOVANNI FAVIA

Consigliere

Gruppo Assembleare Movimento 5 Stelle-Beppegrillo.it

Emilia-Romagna

 

 

www.cibusonline.net cibus@nuovaeditoriale.net