Tenero in ascesa. Duro alla pari. – Mais: Listini in ascesa per gli ibridi nazionali

– Frumenti –

Tenero in ascesa. Duro alla pari. 

La terza settimana del mese, come la precedente, si è chiusa segnando un recupero per le quotazioni del frumento tenero.
Nel dettaglio il prodotto, sulla scia di una domanda maggiormente interessata all’acquisto, ha segnato un rialzo pari al +0,94% portandosi a 276,02 €/t.
I motivi del trend in crescita, come nella precedente ottava, sono da ricercarsi sia nell’ incremento dell’utilizzo del frumento nelle formule mangimistiche in sostituzione del mais, sia nella riduzione dell’arrivo di merce estera sui centri di scambio nostrani e dunque in un restringimento dell’offerta.
Diversamente, è rimasto quasi completamente stabile il mercato del frumento duro che ha chiuso le contrattazioni confermando quasi fedelmente il prezzo dell’ottava precedente:
(-0,06% la variazione); 279,00 €/t il valore medio.
Stabili, all’ingrosso, sia i listini delle farine di frumento tenero che quelli delle semole di duro.
Sul fronte dei mercati esteri, invece, è da segnalare come per tutta la settimana il frumento abbia segnato perdite quotidiane al Chicago Board of Trade.
E’ infine da porre in evidenza la pubblicazione delle ultime stime USDA, in data 09/11, con le seguenti variazioni su produzioni mondiali per il 2012/13 e stock finali: segnatamente, la produzione mondiale di frumento è stata rivista al ribasso, dai 653,05 mln/t di ottobre ai 651,43 mln/t di novembre (-0,25%); diversamente, sono stati aggiornati in crescita i valori degli stock di frumento, portati dai 173 mln/t di ottobre ai 174,18 mln/t di novembre..(Fonte Ismea)

– Mais –

Listini in ascesa per gli ibridi nazionali

Terza settimana di novembre con listini in ascesa per il granturco Ibrido Nazionale.
Il prodotto, come nella precedente ottava di rilevazione, sulla scia di una offerta ridotta, ha segnato recuperi diffusi sulle piazze monitorate portando il prezzo medio a quota 254,50 €/t (+0,6%).
Concordi nel trend anche orzo ed avena nazionali che, rispettivamente, hanno segnato un +0,5% ed un +0,4%.
Sul fronte dei mercati esteri, perdite giornaliere per tutta la settimana al Chicago Board of Trade, nonostante una lieve ripresa in chiusura di ottava.
E’ infine da sottolineare, al 09/11, la pubblicazione delle ultime stime USDA con un leggero aggiornamento al rialzo per la produzione mondiale di mais, 2012/13, portata a 839,70 mln/t (+0,1% su ottobre).
Più sostenuto l’incremento degli stock, indicati per novembre a 117,99 mln/t rispetto ai 117,27 mln/t di ottobre (+0,6%).

(fonte Ismea)

Torna su