Tromba d’aria nel modenese, ingenti danni all’agricoltura. Il Presidente Palma Costi in visita.

Bologna, 05 maggio 2013 —
Tromba d’aria, l’assessore Rabboni: “Incontro con le Province e le associazioni agricole per attivare le procedure necessarie alla dichiarazione di ‘evento calamitoso’ da parte del ministero dell’Agricoltura”

Un incontro urgente, agli inizi della settimana prossima, per attivare le procedure necessarie alla dichiarazione di “evento calamitoso”. Lo annuncia l’assessore all’Agricoltura della Regione Emilia-Romagna Tiberio Rabboni. “I danni all’agricoltura causati dalla tromba d’aria e dalla grandine dello scorso pomeriggio sono notevoli e si aggiungono purtroppo a quelli della siccità del 2012, del terremoto e della prolungata piovosità degli ultimi mesi – sottolinea l’assessore – . All’inizio della prossima settimana incontreremo le Province e le associazioni agricole dei comuni danneggiati per attivare le procedure necessarie alla dichiarazione di ‘evento calamitoso’ da parte del ministero dell’Agricoltura, provvedimento che consentirà di far intervenire il Fondo di Solidarietà nazionale per l’indennizzo dei danni materiali e l’esenzione dai pagamenti fiscali, previdenziali e contributivi alle aziende agricole danneggiate”.

 “Anche per questa nuova  emergenza – commenta il presidente della Regione Vasco Errani – è indispensabile una risposta rapidissima ed inderogabile da parte del Governo”.

MALTEMPO. PRESIDENTE COSTI IN VISITA A SAN MARTINO IN SPINO (MO) DOPO TROMBA D’ARIA: ” CE LA FAREMO ANCHE STAVOLTA”.

La presidente dell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna, Palma Costi, ha visitato questa mattina San Martino in Spino, la frazione di Mirandola in provincia di Modena che risulta il centro abitato più investito dalla tromba d’aria che ha colpito venerdì pomeriggio diversi territori del bolognese e del modenese.

Ad accompagnarla c’era Marco De Paoli, vicepresidente dell’Assemblea legislativa del Trentino Alto Adige, con cui Costi aveva partecipato in mattinata all’inaugurazione del polo scolastico del Sacro Cuore di Finale Emilia distrutto dal terremoto di quasi un anno fa.

“Siamo passati da una zona ricostruita ad una da ricostruire”, spiega la presidente “e ciò mi permette di rimanere convinta che anche in questo caso riusciremo a farcela, nonostante le angosce che continuano a colpire la nostra terra”.

Palma Costi, nella giornata di ieri, aveva già visitato Castelfranco Emilia e le zone del bolognese, “ma qui siamo davanti all’unico caso di luoghi della collettività seriamente danneggiati”.

Gli ultimi dati della Protezione civile parlano per tutta l’emergenza di 119 sfollati e di oltre un centinaio di edifici danneggiati, mentre non è ancora disponibile una stima dei danni.

I prossimi passi dell’Assemblea saranno, anticipa la Presidente, “sostenere l’impegno della Giunta regionale nei confronti del Governo centrale per il riconoscimento dello stato di calamità” e “ascoltare in Aula la relazione dell’esecutivo sulla situazione, per cui abbiamo già fatto richiesta, che avverrà con tutta probabilità martedì prossimo”.

(fonte regione Emilia Romagna)

 

 

Torna su