Vino, Orsi (Fedagri): “mantenere i diritti di impianto fino al 2030”

di Redazione –

 14 maggio 2013 –

Il parlamento UE ha approvato uno specifico emendamento al testo della Riforma della Pac che proroga al 2030 l’attuale normativa dei diritti di impianto. Fedagri: “Nella fase di trilogo, auspichiamo che la posizione del Parlamento prevalga su quella del Consiglio”.

Roma, 9 maggio 2013 – Mantenere l’attuale sistema di gestione del potenziale vitivinicolo europeo, senza liberalizzare i diritti di reimpianto, almeno fino al 2030, così come proposto dal Parlamento europeo. È questa la richiesta avanzata da Fedagri-Confcooperative e sulla quale si sono espresse favorevolmente tutte le cantine cooperative rappresentate nel Comitato del settore Vitivinicolo di Fedagri riunitosi oggi a Roma.

“Il Parlamento Europeo – spiega il Presidente del Settore Adriano Orsi – ha presentato, durante il mandato negoziale, uno specifico emendamento al testo della Riforma della Pac della Commissione in cui appunto si prevede che la normativa dei diritti di impianto resti fino al 2030. Tale emendamento è stato approvato in plenaria dal parlamento. Il nostro auspicio è che ora, nella fase di trilogo con la Commissione e il Consiglio, a prevalere sia appunto la specifica posizione del Parlamento. Ciò al fine di consentire alle cooperative associate di poter contare su un arco temporale sufficiente alla pianificazione del proprio potenziale produttivo”.

Altro tema al centro dell’incontro è stato quello della promozione. Nelle scorse settimane è stata pubblicato il decreto ministeriale per la presentazione di proposte di promozione del vino sui mercati extra UE, misura prevista nell’ambito della Ocm vino e che consente di cofinanziare al 50% gli interventi proposti dalle aziende. Per l’annualità 2013/2014 il Ministero delle Politiche agricole ha assegnato risorse per circa 102 milioni di euro.

“Tra le novità di maggiore interesse apportate al decreto – ha spiegato il presidente Orsi – va segnalata la semplificazione nelle procedure di presentazione dei progetti e nella relativa documentazione finanziaria, amministrativa e tecnica, intervento che era stato sollecitato attivamente dalla cooperazione durante gli incontri preparatori con tutti i soggetti di filiera per la preparazione del bando di gara”.

 ______________________________________________

UFFICIO STAMPA FEDAGRI – CONFCOOPERATIVE Alina Fiordellisi
Via Torino 146
00184 – Roma

Tel. 06 46978202
+ 39 3803996627 fiordellisi.a@confcooperative.it

Torna su