Grana padano in gran fermento

 Vacche in posa-cibus

Latte spot sempre più sù. Parmigiano Reggiano, crescita moderata.

di Virgilio – Parma, 26 Settembre 2013 –

Una settimana si fermento nei lattiero caseari e soprattutto in casa Grana Padano DOP che ha visto registrare miglioramenti diffusi su quasi tutti i listini.

L’incremento maggiore si è mostrato sulla piazza di Mantova con aumenti pari a 20 centesimi al chilo per tutte le produzioni, mentre su Milano e Cremona i rialzi si sono allineati sui 10 centesimi. Il Grana Padano stagionatura 9 mesi e oltre a Milano ha quasi perfettamente replicato l’incremento della ottava precedente (+1,43%) fissando i prezzi all’interno della forbice 6,95€ e 7,20€ per kg di prodotto.

Meno marcato invece il segnale rialzista per il Parmigiano Reggiano dove a registrare gli incrementi sono stati prevalentemente i prezzi minimi. Il 12 mesi e oltre è stato quotato, nella sede borsistica di Parma, tra 8,60 e 8,90€/kg con un’incremento di 10 centesimi nella sola quotazione minima. Altrettanto alla borsa reggiana dove, la regina delle Dop, con 10,15 € ha migliorato di 5 centesimi la minima quotazione della settimana precedente e confermato il prezzo massimo fermo a 10,55€/kg.

Se le materie grasse si distinguono per l’assenza di movimenti e le quotazioni sono ormai stabili da diverse settimane il latte SPOT, invece, ha deciso di riprendere la cavalcata. A Verona nella seduta di lunedi 23 settembre si è registrato un aumento del 2,2% portando i valori di forbice tra 51,55€ e i 52,58€/10 litri di latte.

 

Latt BurrozangPR Latt GP9M Latt GP14M Latt PRRE12MPR Latt PRRE24MRE Latt SPOTVR Lattiero

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Torna su