Il ritorno della fiducia dei consumatori

Natale PR_cibus03

La ripresa di fiducia dei consumatori è una speranza per le spese di Natale dalle quale dipendono i risultati economici ed occupazionali di molte imprese impegnate anche nell’agroalimentare.

Roma, 26 novembre 2013 –

 E’ quanto afferma la Coldiretti nel commentare il miglioramento del clima di fiducia dei consumatori, con l’indice Istat che sale a 98,3 a novembre dal 97,3 di ottobre. Le previsioni sono per un taglio degli acquisti di abbigliamento, tecnologie e divertimenti mentre gli italiani rispetto allo scorso anno – sottolinea la Coldiretti – non risparmieranno per le spese alimentari, destinate ad imbandire i tradizionali cenoni, e neanche per i viaggi. La spinta verso spese  utili – precisa la Coldiretti – premia l’enogastronomia ed il risultato è un budget complessivo disponibile per regali di Natale pari a circa 171 euro a famiglia, in calo del 5 per cento rispetto al 2012, secondo una analisi della Coldiretti sulla base dell’indagine “Xmas Survey 2013” di Deloitte. Con la crisi in Italia sono in molti – continua la Coldiretti – ad acquistare i regali di Natale in anticipo per avvantaggiasi dei prezzi piu’ convenienti o per non dovere affrontare le lunghe file che caratterizzano il momento clou dello shopping delle festività. Circa un terzo degli italiani – conclude la Coldiretti – acquista infatti i regali di Natale entro la fine del mese di novembre anche se per la maggioranza la ricerca si concentra nel mese di dicembre.

(fonte Coldiretti)

Torna su