Unima, No al taglio del gasolio agevolato

Unima, No al taglio del gasolio agevolato

Aratura e lavori campi_cibus

 

Ramadori: “L’Italia ha bisogno di incentivi allo sviluppo e non di freni”

Il Presidente di UNIMA, Silvano Ramadori, in rappresentanza delle imprese agromeccaniche italiane, chiede con forza al Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Maurizio Martina, di adoperarsi con tutti i mezzi per scongiurare il rischio del taglio alle agevolazioni sul gasolio destinato all’agricoltura.

Secondo autorevoli indiscrezioni pare infatti che nell’odierna riunione (18 aprile 2014 ndr) del Consiglio dei Ministri venga messa in discussione un’agevolazione che ha assunto un carattere strutturale e che ha accompagnato lo sviluppo della meccanizzazione agricola italiana fin dal lontano 1923.

L’Italia ha bisogno di incentivi allo sviluppo, sottolinea Ramadori, e non di freni: togliere l’agevolazione al gasolio agricolo significa mettere in ginocchio settori trainanti del made in Italy e spingere l’agricoltura al di sotto della soglia di marginalità.

Auspicando un ripensamento da parte del Governo su una materia di così forte impatto economico e psicologico, le imprese agromeccaniche chiedono che l’agricoltura italiana non venga ulteriormente marginalizzata rispetto agli altri Paesi europei che ancora credono nel ruolo strategico della produzione primaria.

(Unima 18.04.14)