Continuano a crescere le consegne di latte nell’UE

 

Grafico consegne latte per Paese UE - Fonte Agea -

Grafico consegne latte per Paese UE – Fonte Agea –

 

In testa la Francia ma anche l’Italia ha dato il suo contributo.


Roma, 10/09/2014 –
Le consegne di latte nell’Unione Europea sono in continua e significativa crescita. A comunicarlo è l’Ismea che sulla base degli
ultimi dati disponibili, nel primo semestre 2014 le consegne hanno superato i 75 milioni di tonnellate, evidenziando un aumento del 5,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, per un ammontare di 3,7 milioni di tonnellate di latte in più.
A trainare la crescita produttiva hanno concorso tutti i grandi Paesi produttori capitanati dalla Francia, che con circa 765 mila tonnellate in più su base annua, ha registrato un aumento di quasi 6 punti percentuali. Seguono poi, in ordine di maggior quantità consegnate, Regno Unito (circa 738 mila tonnellate in più), Germania (circa 555 mila tonnellate in più) e Polonia (circa 372 mila tonnellate in più).
Anche in Italia, sulla base dei dati Agea, l’aumento della produzione di latte dei primi sei mesi dell’anno è stato significativo, con circa 141 mila tonnellate in più rispetto al 2013 (+2,5%). In controtendenza Spagna e Repubblica ceca, le cui consegne hanno mostrato una contrazione dell’1% circa, pari a una diminuzione rispettivamente di 31 e 9 mila tonnellate.
Il continuo aumento dei volumi di latte, tuttavia, sta avvenendo in un contesto di mercato abbastanza delicato.
Da un lato si registrano buoni andamenti produttivi in tutti i grandi Paesi esportatori (in particolare USA e Oceania) con conseguente espansione delle disponibilità mondiali,dall’altro lato le tensioni sul fronte della domanda innescate a seguito della crisi diplomatica con la Russia, primo mercato di sbocco per i formaggi e il burro europei.

(Fonte Ismea 10 settembre 2014)

 

Torna su