Degustazioni: a Castell’Arquato è di scena «Mont’Arquato Rosso»

 

PC_Casabella_mont-arquato_rosso

Degustazioni dei vini rossi del Mont’Arquato di Cantine Casabella: si parte con il Bonarda secco piacentino, sabato e domenica alla WineHouse.

Riprendono le degustazioni guidate delle Cantine Casabella di Castell’Arquato, in provincia di Piacenza. Dopo il successo estivo con «Mont’Arquato Summer», con un trionfo di vini bianchi estivi, ecco ora la proposta autunnale: «Mont’Arquato Rosso», degustazione dei vini rossi della casa arquatese. Un vero e proprio tour alla scoperta del gusto tipico e dei suoi abbinamenti gastronomici, con un occhio di riguardo alla tradizione culinaria locale e del Ducato. Si parte, quindi, sabato 4 (dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00) e domenica 5 (dalle 9.00 alle 12.00) nella WineHouse della cantina, in località Socciso, sulla provinciale che collega Castell’Arquato a Carpaneto, con la “Bonarda secca”, doc della linea della più legata alla tradizione, quella dell’”Azienda Agricola Casabella”. Lo studio di abbinamento prevede sul tavolo di assaggio la rinomata torta al cioccolato di Vigolo Marchese, biscotti secchi e confetture chilometro zero. Un tripudio del dolce che, con la guida del sommelier, accompagnerà l’assaggio di questo vino che ha fatto la storia della tradizione piacentina. Un vino secco, adatto ad ogni pasto: dai primi piatti, alla carne, sino ai dolci. La Bonarda è parte della linea “Azienda Agricola Casabella” e, con Malvasia, Ortrugo e Gutturnio, incarna la tipicità più pura delle Cantine Casabella. E proprio con questo richiamo alle radici Casabella ha deciso di avviare la rassegna dedicata ai rossi che proseguirà, nei weekend, con Gutturnio, Cabernet Sauvignon e Barbera. Sono inoltre possibili, su prenotazioni, le degustazioni dell’enoturismo di Casabella, a cui si affianca, volendo, la visita alla cantina. Per maggiori informazioni: 0523.804441; www.cantinecasabella.com; info@cantinecasabella.com

La Carta d’Identità: 

Bonarda doc Colli Piacentini

Vitigno: Bonarda

Età media vigna: 25 anni

Terreno: argilloso.

Resa per ettaro: 130 quintali

Epoca vendemmia: mese di ottobre, raccolta manuale

Coltivazione: cordone speronato e cordone libero

Fermentazione e macerazione: in fermentini d’acciaio a temperatura controllata 26°-28°C per 7/10 giorni

Maturazione ed affinamento: 4 mesi in vasche di acciaio e successiva rifermentazione in autoclave metodo charmat

Epoca imbottigliamento: trascorsi 5 mesi dalla raccolta

Colore: rosso rubino intenso

Profumo: armonico, intenso, gradevole, caratteristico, floreale e fruttato con note di fragola e frutti di bosco

Sapore: morbido, amabile e frizzante

 

Torna su