OGM con un solo click

 

Mais

Mais

Innovazione. Un nuovo software dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA)

mette a disposizione delle parti interessate uno strumento per effettuare l’analisi di dati complessi nel contesto della valutazione dei rischi da piante geneticamente modificate (GM).

Parma 6 ottobre 2014 –

Il programma, di facile utilizzo, può essere scaricato gratuitamente dal sito web dell’EFSA e permette ai soggetti che devono presentare richieste di autorizzazione, ad esempio Stati membri e aziende, di analizzare dati desunti da esperimenti sul campo con un singolo clic del mouse.

In base alla legislazione dell’UE gli organismi geneticamente modificati (OGM) devono essere sottoposti a una valutazione del rischio prima di essere immessi sul mercato. Parte integrante di tale disamina scientifica è la valutazione di prove sul campo che forniscano i dati per la valutazione comparativa, metodo che mette a confronto le piante geneticamente modificate con le loro controparti convenzionali.

L’EFSA, in collaborazione con l’Università e il Centro di ricerca di Wageningen nei Paesi Bassi, ha sviluppato uno strumento software per eseguire l’analisi statistica necessaria per la valutazione comparativa in modo conforme alle linee guida dell’EFSA e alla legislazione dell’Unione europea.

La dott.ssa Claudia Paoletti, dell’Unità GMO dell’EFSA, ha dichiarato: “Questo software è un prezioso strumento di lavoro per tutti quelli che desiderano produrre dati conformi alle raccomandazioni contenute nella guida dell’EFSA. I soggetti interessati – compresi i richiedenti – che applicano lo strumento software OGM correttamente, possono essere certi che i dati comparativi ottenuti siano adatti alle finalità della valutazione del rischio. Il software è un ausilio messo a disposizione dall’EFSA per agevolare tutte le parti interessate, ma non è obbligatorio usarlo”.

Il software esegue l’analisi simultanea della pianta geneticamente modificata rispetto alle sue varietà di controllo e di riferimento non geneticamente modificate (test di differenza e test di equivalenza, rispettivamente, come descritto nel regolamento (UE) n.503/2013). Con un solo clic viene generato un documento che elenca tutte le differenze significative e le rispettive categorie di equivalenza. Il software è flessibile e consente alle parti interessate di modificare alcune impostazioni a seconda delle esigenze specifiche dell’analisi che si vuole eseguire. Permette inoltre l’introduzione di fattori diversi secondo le specifiche condizioni ambientali delle singole prove sul campo.

“Abbiamo testato ed eseguito il debug del sistema prima di andare in diretta”, ha aggiunto la dott.ssa Paoletti. “Si tratta pur sempre di un nuovo software e piccoli problemi iniziali non possono essere del tutto esclusi. Abbiamo creato un’apposita casella di posta elettronica e incoraggiamo qualsiasi utente a darci un riscontro, in modo da poter affinare ulteriormente il programma”.

GMO Analysis software for comparative assessment

 

Torna su