Leggero rimbalzo per il latte spot

 

Formaggio Biologico di montagna

Formaggio Biologico di montagna

Tenui segnali di ripresa per il “Parmigiano” che registra un segno positivo.  Inalterati i listini del burro e del Grana Padano. Contraddittori segnali dalla crema a uso alimentare. 

di Virgilio, 21 gennaio 2015 – 

LATTE SPOT Leggero rimbalzo per il latte spot sulla piazza di Verona sia per il crudo nazionale sia per il pastorizzato d’origine estera (Germania e Austria). Con un +2,94% e un +3,28% le due tipologie di latte spot recuperano, almeno parzialmente, le perdite  registrate in chiusura 2014. Tra 36,57 e 36,60€/100 litri di latte sono le quotazioni rilevate per il crudo nazionale alla borsa scaligera e tra 31,96 e 32,99 . /100 litri di latte quelle relative al pastorizzato estero.

BURRO E PANNA Nessuna nuova sul fronte del burro dopo il crollo dello zangolato di Parma (-14,29%) registrato nella prima seduta (9/1) del nuovo anno che registrò il prezzo a 1,20€/kg.  A Milano sono stati perciò confermati i prezzi di tutte le referenze oggetto d’analisi. Nello specifico, il burro CEE rimane fermo 2,60€/kg e a 2,80€/kg il burro da centrifuga, così come pure inalterati i listini del pastorizzato (1,80€/kg) e dello zangolato (1,60/kg). Sensibile invece il rimbalzo registrato dalla crema a uso alimentare sulla piazza di Milano che con un +4,35% riposiziona il prezzo a 1,44€/kg. In totale controtendenza invece la panna a uso alimentare quotata a Verona che perde altri 10 centesimi, dopo i 10 della settimana precedente, fissando il prezzo all’interno della forbice tra 1,35 e 1,40€/kg.

GRANA PADANO La quarta settimana ha lasciato alterate le quotazioni dei listini del Grana Padano. Mantova e Milano hanno replicato i prezzi della precedente ottava. Confermati pertanto i listini mantovani sia per il 10 e sia per il 14-16 mesi di stagionatura: 6,35-6,60€/kg. e 7,05 – 7,30€/kg. L’ultima rilevazione negativa alla borsa milanese risate allo scorso 27 ottobre. Nello specifico le quotazioni settimanali rilevate all’ombra della madonnina hanno registrato la forbice compresa tra 6,35 e 6,45€/kg relativamente al 9 mesi di stagionatura e tra 7,00 e 7,65€/kg. per quanto riguarda il prodotto di 15 mesi d’invecchiamento.

PARMIGIANO REGGIANO Piccoli e tenui segnali di ripresa per il Re dei formaggi. Dopo avere registrato il calo dell’1,1% di produzione a dicembre, finalmente i primi segnali positivi si manifestati. Alla piazza di Parma, borsa di riferimento per tutto il comprensorio del consorzio, 5 centesimi sono stati guadagnati sia per il 12 che per il 24 mesi di stagionatura. Ieri audizione in Senato per il “Parmigiano Reggiano”. Alai ha evidenziato, in primo luogo, l’eterogeneità delle caratteristiche degli allevamenti e delle diverse condizioni produttive che connotano (anche in termini di costi) le imprese del territorio.

 burro_CEE_cibus GP_cibus Latte_spot_cibus PRRE_cibus

Torna su