Mercati internazionali. I dati USDA fanno scattare gli aumenti

Frumento

Frumento

Aumenti dei prezzi particolarmente elevati, ma non giustificati, a seguito della pubblicazione dei dati USDA

di Mario Boggini e Virgilio – Milano, 02 luglio 2015 –

A rigore di logica, dopo la pubblicazione dei dati USDA, ci si sarebbe dovuto attendere una sostanziale neutralità dei prezzi con leggeri incrementi per la Soya e il Corn. 

USDA_1_6_2015

E invece, probabilmente per effetto combinato delle condizioni meteo e delle situazioni finanziarie, vi è stato un forte richiamo di capitali sui mercati delle materie prime generando consistenti rialzi.

SEMI luglio 1056,20 (+53,6) agosto 1049,40 (+55)

FARINA luglio 359,50 (+17,6) agosto 351,90 (+17,9)

OLIO luglio 33,56 (+0,51) agosto 33,65 (+0,54)

CORN luglio 414,00 (+30,6) settembre 422,00 (+30)

GRANO luglio 614,60 (+34,2) settembre 615,60 (+32,2)

Come più volte abbiamo rimarcato, le sempre più frequenti incursioni speculative non consentono di registrare quali potrebbero essere le tendenze dei mercati nel breve e tanto meno nel medio periodo

Indicatori internazionali 01/7/2015-

l’Indice dei noli è sceso leggermente a 800, il petrolio quota a 58,80 dollari al barile e il cambio €/$ ha segnato 1,1134.

MP_1LUG2015

Mercato Interno –

Scambi ai minimi per un mercato interno che continua a mostrarsi immobile.

Il mercato delle Bioenergie è ancora alla ricerca di farine e spezzati di mais.


Mario Boggini
– esperto di mercati cerealicoli nazionali e internazionali – (per contatti +39 338 6067872) – mail@europroitalia.com) –
Valori indicativi senza impegno, soggetti a variazioni improvvise. Questa informativa non costituisce servizio di consulenza finanziaria ed espone soltanto indicazioni-informazioni per aiutare le scelte del lettore, pertanto qualsiasi conseguenza sull’operatività basata su queste informative ricadono sul lettore. Si prega di non inoltrare ad altri tale informativa se non previo accordo con lo scrivente.(*) Noli
– L’indicatore dei “noli” è un indice dell’andamento dei costi del trasporto marittimo e dei noli delle principali categorie di navi dry bulk cargo, cioè quelle che trasportano rinfuse secche. Il BDI può anche costituire un indicatore del livello di domanda e offerta delle rinfuse secche.

EUROPRO srl – granaglie e cereali – Milano

Torna su