Cereali, tentativo di recupero in atto.

Spiga_cereali_frumento_duroPetrolio sempre più giù, raggiunge quota 34,40$/barile e intanto i cereali iniziano la scalata di recupero. Le chiusure di venerdi 18 dicembre.

di Mario Boggini e Virgilio – Milano, 21 dicembre 2015 –

Prosegue il tentativo di recupero dei cereali che lo scorso dicembre hanno registrato segni positivi anche di entità significativa per alcune merceologie.

Un secondo buon recupero che potrebbe essere stato indotto da potenziali problemi meteorologici che potrebbero investire il Brasile.

Intanto l’indice dei noli prosegue il percorso discendente potendo perciò contribuire a favorire i mercati più lontani ma il risultato sarà visibile tra qualche settimana.

Mercato nazionale

Prosegue la cavalcata dei cruscami e delle polpe in attesa di verificare la reazione dei proteici alle nuove condizioni di mercato. Sempre ricercati i  prodotti per i biodigestori.

MP_18dic15-bisIndicatori internazionali

l’Indice dei noli è in flessione negativa a 477 punti, il petrolio scende a 34,40 $/barile e il cambio a 1,08790.


Mario Boggini – esperto di mercati cerealicoli nazionali e internazionali – (per contatti +39 338 6067872) –  – Valori indicativi senza impegno, soggetti a variazioni improvvise. Questa informativa non costituisce servizio di consulenza finanziaria ed espone soltanto indicazioni-informazioni per aiutare le scelte del lettore, pertanto qualsiasi conseguenza sull’operatività basata su queste informative ricadono sul lettore.(*) Noli – L’indicatore dei “noli” è un indice dell’andamento dei costi del trasporto marittimo e dei noli delle principali categorie di navi dry bulk cargo, cioè quelle che trasportano rinfuse secche. Il BDI può anche costituire un indicatore del livello di domanda e offerta delle rinfuse secche.

logo andalini

Torna su