Latte, eccesso di produzione e mercato al ribasso. La risposta di Alleanza Cooperative

Vacche_latte_cfprLatte, Mercuri (alleanza cooperative): Eccesso di produzione e mercato al ribasso. A gennaio -10% di domanda interna. Aperto tavolo di confronto della cooperazione.

Roma, 19 febbraio 2016. “Il mercato del latte è in piena défaillance. Perché non ce la fa ad assorbire l’eccesso di produzione del 5%, determinato dalla fine delle quote latte, e perché contemporaneamente ha subito gli shock dell’embargo russo, la diminuzione dell’export verso la Cina e la caduta dei consumi nazionali che a gennaio ha fatto registrare un -10%. Per questo a fine mese la cooperazione italiana – che rappresenta il 70% della materia prima nazionale – aprirà un confronto per reagire al cedimento del settore”. Lo ha detto il presidente dell’Alleanza delle Cooperative Italiane agroalimentari, Giorgio Mercuri, che ha aggiunto: “A soffrire di più sono le aziende ben strutturate, che negli anni hanno fatto investimenti importanti e che ora faticano a sostenere quei costi; per questo occorre invertire la tendenza e individuare nuovi strumenti che portino alla riduzione delle produzioni e che possano agevolare il superamento di questo momento di fortissimo squilibrio tra domanda e offerta. Noi siamo pronti a fare la nostra parte per sostenere le imprese, per cui sarebbe opportuno prevedere anche misure in grado di legare il prezzo del latte al valore del mercato dei formaggi Dop e garantire così una giusta remunerazione, come peraltro espressamente previsto dal regolamento comunitario sulla regolamentazione dell’offerta di tali prodotti”.

Mercuri ha poi annunciato che la cooperazione ha aperto un confronto all’interno dei propri organi per arrivare entro pochi giorni alla definizione di alcune proposte concrete: “È in agenda – ha detto – un incontro del coordinamento settoriale dell’Alleanza delle Cooperative agroalimentari, per definire le strategie finanziarie e le misure strutturali oltre che per dare risposte concrete al comparto”. Un confronto interno che nasce anche in seguito a quanto espresso dal presidente di AOP Latte Italia (associazione delle organizzazioni di produttori), Carlo Mizzi, dopo l’ultimo Cda della realtà cooperativa che vale il 10% della produzione nazionale e rappresenta 1000 soci.

Con 27.550 allevamenti (pari al 68% del totale in Italia) e circa 700 imprese cooperative che raccolgono il 70% della materia prima nazionale (quasi 7 milioni di tonnellate di latte), la cooperazione contribuisce al sistema lattiero-caseario nazionale con un valore economico di circa 7 miliardi di euro (export all’11%), che corrisponde al 45% del fatturato complessivo della filiera. Un valore, quest’ultimo, che esprime il 19% del fatturato globale della cooperazione agroalimentare.

 

Torna su