Cereali. Segnali di ripresa

cerealirid206_cibusI fondi di investimento e assicurativi si sono mossi, senza un particolare e specifico ordine, in ricopertura molto probabilmente seguendo “ordini automatizzati di sicurezza”  invece di una reazione alle spinte rialziste dei mercati.

di Mario Boggini e Virgilio – Milano, 7 marzo 2016 –

Venerdì 4 / 3 / 2016

Semi: marzo 870,40 (+14,2) maggio 878,40 (+14,6) luglio 884,40 (+14,2)

Farina: marzo 267,70 (+5,7) maggio 270,90 (+6) luglio 273,20 (+5,8)

Olio: marzo 30,73 (+0,32) maggio 30,96 (+0,35) luglio 31,19 (+0,34)

Corn: marzo 354,40 (+0,6) maggio 358,20 (+1,6) luglio 363,40 (+2,2)

Grano: marzo 454,40 (+1,4) maggio 460,60 (+1) luglio 466,60 (+1)

Le cifre ufficiali dei fondi (all’1/3), comparse dopo le chiusure, hanno dimostrato peraltro come siano forti le posizioni scoperte: il “corto” del seme è di ben – 81.458 contratti, quello della farina è a – 48.719, il “corto” del corn a – 203.837 forte anche il “corto” del grano -107.477

Il mercato domestico La situazione generale del mercato interno permane invariata. Tutte le filiere lamentano uno stato di difficoltà. Ora anche dalla Francia e dall’Est europa arrivano segnali di resistenza e questo potrebbe portare a una possibile ripresa delle quotazioni.

Bioenergetico. Il settore manifesta le solite preoccupazioni sulla prossima campagna dove le semine a mais saranno ulteriormente ridotte a favore di riso e proteoleaginose.

Cereali-7mar16Indicatori internazionali

l’Indice dei noli prosegue la sua lenta risalita a 349 punti, il petrolio è ancora in recupero a 37$/barile e il cambio ruota attorno a 1,09552


Mario Boggini – esperto di mercati cerealicoli nazionali e internazionali – (per contatti +39 338 6067872) –  – Valori indicativi senza impegno, soggetti a variazioni improvvise. Questa informativa non costituisce servizio di consulenza finanziaria ed espone soltanto indicazioni-informazioni per aiutare le scelte del lettore, pertanto qualsiasi conseguenza sull’operatività basata su queste informative ricadono sul lettore.(*) Noli – L’indicatore dei “noli” è un indice dell’andamento dei costi del trasporto marittimo e dei noli delle principali categorie di navi dry bulk cargo, cioè quelle che trasportano rinfuse secche. Il BDI può anche costituire un indicatore del livello di domanda e offerta delle rinfuse secche.

logo andalini

Torna su