Cereali e dintorni. Mercati volatili in mano alle speculazioni

Cereali1Prosegue il cammino al rialzo nel comparto delle oleaginose. Le filiere zootecniche, già in crisi di liquidità, rischiano di peggiorare le posizioni per i continui rincari dei prodotti.

di Mario Boggini e Virgilio – Milano, 22 aprile 2016 –

La chiusura dei mercati di giovedi sera ha confermato le ultime tendenze con nuovi rialzi nel comparto soia.

Semi : maggio 1018,60 + 9 il luglio +8,40

Farina : maggio 325,20 +6,30 il luglio +6,50 

Mercato domestico

Ancora poche variazioni in termini quantitativi mentre le uniche variazioni si riscontrano nei valori. Quest’ultima “botta” sta alimentando  movimenti di ricopertura. Le principali borse merci, che dopo mesi di segni negativi ora abbondano di segni positivi, hanno preso l’abbrivio verso l’alto e a Bologna la farina di soya ha recuperato + 35 euro, il mais + 5 alla tonnellata. Una crescita che mette ancora più in ambascia gli operatori delle filiere zootecniche vista la  crisi che stanno attraversando e la scarsità di liquidità presente nelle casse aziendali.

Una situazione che però segna positività per i produttori di oleaginose che cominciano a vedere la luce in fondo al tunnel.

Bioenergetici

Ormai si sono allontanati i timori per una campagna maidicola di basso profilo e qualcuno sta già correndo ai ripari con Crusca, Pula, Semola Umida per coprirsi sino alla campagna trinciato di mais.

Indicatori internazionali 22 aprile 2016
l’Indice dei noli cresce sino a 670 punti, il petrolio sale a 44 $ e l’indice di cambio  è 1,128678.

logo andalini


Mario Boggini – esperto di mercati cerealicoli nazionali e internazionali – (per contatti +39 338 6067872) – Valori indicativi senza impegno, soggetti a variazioni improvvise. Questa informativa non costituisce servizio di consulenza finanziaria ed espone soltanto indicazioni-informazioni per aiutare le scelte del lettore, pertanto qualsiasi conseguenza sull’operatività basata su queste informative ricadono sul lettore.(*) Noli – L’indicatore dei “noli” è un indice dell’andamento dei costi del trasporto marittimo e dei noli delle principali categorie di navi dry bulk cargo, cioè quelle che trasportano rinfuse secche. Il BDI può anche costituire un indicatore del livello di domanda e offerta delle rinfuse secche.

Torna su