L’uovo della nonna. C’è un perché… scientifico.

Uova_parmovoImportante per lo sviluppo scheletrico e muscolare è un ottimo alimento in grado di  agevolare il miglior funzionamento del fegato e del sistema nervoso. I sette falsi miti da sfatare.

Parma, 8 maggio 2016 – Chi è nel mezzo del cammin di sua vita facilmente ricorda quando la nonna sollecitava a mangiare le uova proponendole in tutte le salse: “mangia l’uovo che ti farà crescere forte e robusto”. Forse qualcuna di loro era una affermata dietista o forse soltanto la sapiente divulgatrice di un’ancestrale esperienza, fatto sta che l’uovo è tutt’ora riconosciuto uno gli alimenti più completi, capace di nutrire ma anche di curare.

Le uova posseggono un elevato valore biologico e la ricchezza di amminoacidi essenziali, che il nostro corpo non è in grado di produrre e che deve assumere attraverso gli alimenti ne hanno determinato la fama positiva tramandata dall’esperienza orale. L’uovo, ricco di nutrienti  (apporto calorico circa 90 Kcal) come è, apporta grandi vantaggi alla salute: aiuta il sistema cardiovascolare, quello scheletrico, rafforza i capelli e le unghie aumenta la massa muscolare.

L’albume, noto come il “bianco dell’uovo, è privo di grassi e quasi totalmente libero da zuccheri salvo qualche traccia di glucosio ma è portatore di vitamine (specie del gruppo B) e di minerali “pregiati” per le funzioni dell’organismo come  il potassio e il magnesio. Fra le proteine più importanti dell’albume, possiamo ricordare l’ovoalbumina, le ovoglobuline, l’ovomucina e il lisozima.

Il tuorlo invece costituito per la maggior parte da proteine e grassi. Le prime sono rappresentate in particolar modo dalle alfa e beta-lipovitelline, dalla fosfovitina e dalle livetine. Un’alta varietà di grassi è contenuta nel “giallo” dell’uovo, grassi  mono, polinsaturi e fosfolipidi, in particolare le lecitine. Anche il tuorlo è ricco di vitamine del gruppo B (utili al normale funzionamento del fegato e del sistema nervoso, ma soprattutto per la trasformazione dei carboidrati in glucosio e per il metabolismo dei lipidi e delle proteine) alle quali si aggiunge la vitamina D (favorevole alla salute delle ossa) e i carotenoidi. Tra i sali minerali apportati ci sono quelli di calcio, ferro e fosforo.

Le uova, sui quali ci sono molti falsi miti da sfatare, sono ricche di colina, un composto essenziale per mantenere in equilibrio il sistema nervoso in generale e l’attività cerebrale.

Gli sportivi utilizzano specialmente l’albume, che, con le sue proteine ad alto valore biologico, permette di rafforzare i muscoli, abbinandolo all’esercizio fisico.

Insomma l’uovo è un alimento quasi “miracoloso” e tanto vale imparare a consumarlo  nei modi più diversi e piacevoli, magari seguendo le indicazioni dello Chef Carmine Migliaro (già collaboratore di ALMA e del Ristorante tre stelle “Il Pescatore”) che si cimenterà ai fornelli presso lo stand di PARMOVO  (pad. 3 – E56) in occasione della Fiera internazionale dell’alimentazione CIBUS 2016 dal 9 al 12 maggio a Parma.

Una buona occasione per “rubare” qualche ricetta e provare il nuovo e gustoso integratore a base di albume 1 UPrealizzato da Parmovo, azienda leader mondiale di ovoprodotti.

 1-UP

Torna su