Bonaccini: CIBUS, resterà a Parma. “La Food Valley è qui”

Cibus 2016 - Inaugurazione

Cibus 2016 – Inaugurazione

#cibus2016 #alimentare #eventi Inaugurato il Cibus dei record alla presenza dei Ministri Maurizio Martina e Beatrice Lorenzin, del Sottosegretario Ivan Scalfarotto e del Governatore Stefano Bonaccini. Oltre 3.000 aziende ospitate nei 7 padiglioni fieristici e 2000 buyer accreditati.

AuricchioDi LGC 9 maggio 2016 – Il presidente di Fiere di Parma, Gian Domenico Auricchio, apre la 18esima edizione di Cibus, “quella dei record come alcuni giornali l’hanno definita” è il commento di Auricchio, in coda ai ringraziamenti rivolti agli azionisti dell’Ente che “hanno messo nelle condizioni il Consiglio di fare altri e nuovi investimenti”. Dal rifacimento dell’ingresso all’ammodernamento del padiglione 7, tutta una serie di interventi che hanno consentito di ospitare oltre 3.000 aziende. L’importanza della manifestazione parmense si misura anche dalla presenza di oltre 2000 buyer in forza del coinvolgimento del Ministero dello Sviluppo Economico e dell’ICE.

Per Luigi Pio Scordamaglia, presidente di Federalimentare, Cibus rappresenta il simbolo, il  modello Scordamiglia_Luigi_federalimentaredi riferimento dell’Agroalimentare e impersona quella sintesi del settore connesso a qualità, sicurezza e vocazione tradizionale ma al contempo proiettato enormemente all’export. “E’ una manifestazione – sottolinea Scordamaglia – importante a fare comprendere al mondo quale sia il “Real Italia”. Questo è un Governo, prosegue il presidente, che ha fatto del coordinamento un punto di forza della sua azione”. In chiusura viene confermato che il brand Cibus e Federalimentare  collaboreranno ancora per molti anni.

Bonaccini-stefanoL’ambizione emiliano romagnola è di “competere con i Paesi più avanzati al mondo” è l’imperativo di Stefano Bonaccini, Governatore della Emilia Romagna, “serve una lotta dura contro la contraffazione” prosegue Bonaccini – un fenomeno che mette a rischio i frutti della tradizione e il lavoro di  migliaia di produttori. In conclusione il Governatore anticipa che verranno estesi oltre i 4 anni i benefici fiscali per le aziende colpite dal terremoto e chiosa “Ci mancherebbe che CIBUS andasse in Lombardia che ha tanti primati ma la Food Valley è qui”

“Abbiamo un nemico importante, l’Italian Sounding”, sostiene Ivan Scalfarotto“.  Arginare il Scalfarotto-Ivanfenomeno dell’imitazione, che vale quasi il doppio dell’export nazionale, è  la battaglia di tutte le battaglie. La ricetta secondo il sottosegretario allo sviluppo economico sta nel fare sistema e concentrarsi. Il Governo, conclude il parlamentare, non può dare la soluzione ma essere da stimolo affinché tutti gli attori operino nella stessa direzione.

Martina e Scalfarotto - Inaugurazione Cibus 2016

Martina e Scalfarotto – Inaugurazione Cibus 2016

“L’esperienza di EXPO – interviene il Ministro Maurizio Martina – deve aiutarci a costruire un nuovo modello di collaborazione per costruire un avanzamento complessivo per il bene di tutti”.

In sintesi, il Ministro sollecita l’Agricoltura e l’Industria a andare di pari passo nella medesima direzione.

“Adesso tutti insieme abbiamo un impegno che va ben oltre le nostre rispettive rappresentanze” è la conclusione dell’intervento di Martina.

Lorenzin-Beatrice

Beatrice Lorenzin

In linea con i colleghi onorevoli, la Ministra Beatrice Lorenzin sollecita a fare sistema e la salute passa necessariamente da una corretta alimentazione che diventa perciò il principale elemento di prevenzione. Infine, richiamando i frequenti blocchi alle importazioni dei nostri prodotti, la Ministra dichiara la necessità di “combattere i blocchi sanitari” troppo spesso utilizzati per limitare l’ingresso dei nostri prodotti agroalimentari senza che vi sia un reale problema alimentare. “Spero, conclude la Lorenzin, che nel prossimo CIBUS, ci possa essere anche il logo del Ministero della Salute” a fianco di quello di Cibus,  è un logo che manca”.

IMG_3447

Martina – Lorenzin – Scalfarotto

 

 

Torna su