Agnese Soncini, mudrunner e nutrizionista: “Come preparo il fisico alla gara”

agnese soncini quattro farm run (Copia)Crescono gli appassionati di mud run, la faticosa corsa a ostacoli nel fango. Agnese Soncini, nutrizionista e terza classificata al Farm run di Noceto dell’anno scorso, si prepara alla nuova sfida seguendo alcune basilari regole d’oro dell’alimentazione dell’atleta. Eccole!

di Alexa Kuhne Noceto (PR), 29 maggio 2016 – Poche, efficaci regole alimentari fanno di un atleta una macchina da guerra.

Nutrirsi correttamente, in vista di una competizione che richiede uno sforzo cospicuo, ma anche durante, può determinare la buona riuscita di una gara.

Basta poco, come spiega Agnese Soncini, 29 anni, di Corticelle Pieve (Brescia), sfegatata mudrunner (e non solo!), ma anche nutrizionista, in procinto di affrontare il suo secondo Farm run, a Noceto, il 7 agosto.

agnese soncini due farm run (Copia)Sei una fortissima atleta di questo campionato italiano. Quanto delle tue competenze professionali in materia di nutrizione hanno contribuito al successo?

“Grazie per il ‘fortissima atleta’, ci provo! Tutto e nulla. Direi molto sia in allenamento che in gara. D’altronde anche una Ferrari se non ha la benzina non funziona e, ancor peggio, se sbagli a fare il pieno e metti del diesel.  Alla mia prima gara ricordo che in preda a formicolio per carenza di sali (c’erano litri di acqua ma non prendevo Sali) per scampare ai crampi mi leccai gli avambracci con tutto quello che ci poteva essere attaccato…Uno schifo, ma funzionò”.

Qual è la tua dieta tipo e come viene modificata durante la preparazione di una gara?

“Domanda da un milione di dollari. Tengo a sottolineare che ognuno di noi ha proprie esigenze e necessità e man mano che un atleta si evolve queste cambiano. Personalmente quello che mangio in gara è uguale a quello che mangio in allenamento. Molti non sanno che la nutrizione dello sportivo parte dall’allenamento e deve rimanere tale durante la preparazione della gara. Non si deve mai sperimentare nulla di nuovo in gara se si vuole arrivare sani e salvi al finish-line. L’unica differenza è che, nei due giorni precedenti, non mi alleno, dormo il più possibile e mangio più carboidrati. Il pieno, prima di un lungo viaggio, si fa il giorno prima e non il giorno stesso!”

agnese soncini tre farm run (Copia)Qualche suggerimento per chi volesse affacciarsi a questa disciplina più per divertimento e per tenersi in forma che per raggiungere la vetta in classifica?

“Direi, prima di tutto, di bere acqua! Molti non sanno che il 73% del nostro corpo è costituito da acqua e per paragonarci sempre alla nostra Ferrari se non si raffredda il motore questo brucia e noi restiamo a piedi! Il giorno prima della gara suggerisco di berne circa 2 litri, la mattina stessa almeno un litro e di fermarsi a bere ad ogni ristoro. Dal punto di vista alimentare la sera prima non guasta mai un bel primo piatto e a colazione 3-4 fette di pane integrale fresco con burro e marmellata e magari un uovo alla coque. Mi raccomando: mangiate tutto 4 ore prima e masticate bene!”

Ci sono alimenti che, escludendo i casi di specifiche e personali intolleranze alimentari, sconsiglieresti di mangiare e perché?

“Un’altra volta mi trovo a dire che ognuno fa per sé. C’è’ gente che digerisce i sassi e poi corre come se nulla fosse. In linea di massima, comunque, escluderei tutto quello che non avete mai provato in allenamento o che vi passa sotto il naso da quando partite di casa fino a dopo la gara, tipo pane, salamella e birra!”

Link utili:

www.farmrun.it

www.mudrun.it

http://ocreuropeanchampionships.org

https://www.merrell.com/US/en/home

Ronchini-coletti-soncini-bianchi

 IL TEAM MERRELL 2

Torna su