Emilia Romagna in vetrina al Meeting di Rimini

viafrancigena.prEmilia Romagna in vetrina al Meeting di Rimini: tra brand Via Emilia, enogastronomia tipica e Turismo dei Cammini.

Dal 19 al 25 agosto l’Emilia Romagna sarà presente all’appuntamento con uno stand di circa 100 mq realizzato dall’Assessorato Regionale all’Agricoltura e Apt Servizi e personalizzato con il brand “Via Emilia” ed i prodotti turistici Motor Valley, Food Valley e Wellness Valley – Previsti complessivamente allo stand 25 appuntamenti dedicati ai principali prodotti DOP, IGP e DOC dell’Emilia-Romagna e al Progetto di Turismo Religioso e dei Cammini promosso dalla Regione – L’Assessore Regionale all’Agricoltura Simona Caselli “Da sempre la via Emilia è crocevia di culture e di scambi. Saremo a Rimini con un programma di iniziative che abbiamo voluto particolarmente ricco. Ci auguriamo possa suscitare l’interesse dei tanti visitatori del Meeting” – L’Assessore al Turismo Corsini “Assieme al brand regionale Via Emilia e alle suggestioni delle nostre Motor Valley, Food Valley e Wellness Valley, saremo al Meeting con la proposta relativa al Turismo Religioso e dei Cammini, una nuova e inedita opportunità di scoperta del nostro territorio” – Venerdì 19 agosto incontro sulla Via Emilia con il Presidente della Regione Stefano Bonaccini e il Presidente e Amministratore Delegato Technogym Nerio Alessandri (Sala Neri Conai, ore 15) – Per l’Osservatorio sul Turismo regionale sono circa 10.000 le camere alberghiere prenotate in oltre 400 hotel della Riviera e dell’entroterra in occasione del Meeting e si stima che questo movimento possa produrre oltre 200 mila presenze alberghiere, per un giro d’affari di circa 3,8 milioni di euro

Enogastronomia - Foto Paolo barone

Enogastronomia – Foto Paolo Barone

Le eccellenze enogastronomiche dell’Emilia Romagna e le opportunità offerte dal territorio regionale per il turismo religioso e dei “Cammini” saranno al centro, dal 19 al 25 agosto, della presenza ufficiale della Regione al Meeting di Rimini.

Uno stand di circa 100 metri quadrati – realizzato dall’assessorato all’Agricoltura dell’Emilia Romagna e Apt Servizi e personalizzato con il brand “Via Emilia” ed i prodotti turistici Motor Valley, Food Valley, Wellness Valley – farà da palcoscenico a un ricco calendario di eventi. Sono 25 complessivamente gli appuntamenti dedicati quotidianamente alla presentazione e degustazione dei principali prodotti DOP e IGP e vini DOC, DOCG e IGT dell’Emilia-Romagna, nonché al Progetto regionale dedicato al turismo religioso e ai molti “Cammini” che attraversano la regione, ma ci sarà spazio anche per le iniziative informative (sullo spreco alimentare, etichette alimentari e biodiversità) realizzate in collaborazione con l’Ordine dei Tecnologi Alimentari dell’Emilia Romagna, Toscana, Marche e Umbria, le Fattorie Didattiche del territorio riminese e l’Agenzia ambientale della Regione Emilia Romagna (ARPAE).

“Il Meeting 2016 – dichiara l’Assessore Regionale all’Agricoltura Simona Caselli – ci invita a una riflessione sull’integrazione e il dialogo tra i popoli, temi quanto mai attuali oggi, su cui questa Regione lavora concretamente ogni giorno, cercando di costruire uno sviluppo a misura d’uomo. A partire dall’agricoltura che in Emilia-Romagna significa prodotti di eccellenza e di elevata distintività, ma anche tutela dell’ambiente e salvaguardia della biodiversità. Un’agricoltura che sempre più si intreccia alla riscoperta del territorio e delle sue tradizioni, storiche e culturali. Da sempre la via Emilia è crocevia di culture e di scambi. Partendo da questa ricchezza, che nei secoli è stata strumento di una crescita di qualità, saremo a Rimini con un programma di iniziative che abbiamo voluto particolarmente ricco. Ci auguriamo possa suscitare l’interesse dei tanti visitatori del Meeting”.

“Assieme al brand regionale “Via Emilia” e alle suggestioni delle nostre Motor Valley, Food Valley e Wellness Valley -commenta l’Assessore Regionale al Turismo Andrea Corsini- saremo al Meeting con la nuova proposta relativa al Turismo Religioso e dei Cammini. Una nuova e inedita opportunità di scoperta del nostro territorio che offriamo ai turisti viandanti, grazie anche al proficuo accordo con la Conferenza Episcopale dell’Emilia Romagna, e che arricchisce ulteriormente l’offerta di vacanza dei nostri territori valorizzando un patrimonio unico di antiche pievi, santuari, piccoli borghi, paradisi naturali e luoghi ricchi di suggestione e fascino”.

La Via Emilia, con le sue Food, Motor e Wellness Valley, sarà poi al centro (venerdì 19 agosto, ore 15, Sala Neri Conai) di un incontro con il Presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, ed il Presidente e Amministratore Delegato Technogym, Nerio Alessandri.

Venticinque gli incontri allo stand Emilia Romagna

Ogni giorno lo stand regionale sarà animato da una serie di iniziative (25) messe a punto dall’Assessorato regionale all’Agricoltura e Apt Servizi (il programma completo è scaricabile a questo link http://goo.gl/2BVVMT).

Per quanto riguarda le eccellenze enogastrononiche sono previsti, in particolare, momenti di approfondimento e degustazione guidata -condotti da esperti e realizzati in collaborazione con i Consorzi di Tutela- di alcuni dei 43 prodotti Dop e Igp dell’Emilia Romagna: dall’Aglio di Voghiera al Prosciutto di Modena, dal Parmigiano  Reggiano alla Piadina Romagnola, passando per i Salumi Piacentini. Il tutto abbinato ad una selezione delle migliori produzioni DOC, DOCG e IGT di vini regionali, realizzata in collaborazione con l’Enoteca Regionale dell’Emilia-Romagna. Il programma della presenza regionale al Meeting prevede anche incontri dedicati ai 10 cammini per pellegrini (tra i più importanti e antichi, dalla Via Francigena alla Via Romea Germanica) che attraversano l’Emilia Romagna per quasi 1800 km di percorsi, unendo la Regione a Roma, Padova, Assisi ed altri importanti luoghi di culto. Proprio quest’anno, in occasione del Giubileo Straordinario della Misericordia, la Regione ha realizzato per la prima volta la Cartoguida “Lungo le Antiche Vie dei Pellegrini in Emilia Romagna”, stampata in 10.000 copie in lingua italiana ed inglese, che verrà distribuita gratuitamente allo stand durante il Meeting, che oltre ai percorsi indica il livello di difficoltà, le tappe percorribili in un giorno di cammino, i luoghi dove ottenere le credenziali del pellegrino, la possibilità di accoglienza lungo i percorsi e altre informazioni utili. Inoltre la Regione ha recentemente siglato una Convenzione con la Conferenza Episcopale dell’Emilia Romagna per avviare forme di collaborazione al fine di creare un circuito regionale “Turismo Religioso e dei Cammini”, che coinvolgerà operatori turistici regionali con proposte di soggiorno per gli escursionisti. Gli incontri allo stand regionale saranno dedicati all’itinerario europeo della Via Francigena e alla Via di Linari (sabato 20 agosto, ore 14.30, ore 17.30), ai Cammini di San Francesco in Valmarecchia, di Dante, della Via Romea Germanica (domenica 21 agosto, ore 14.30, ore 16, ore 17.30), al Cammino di San Vicinio (lunedì 22 agosto, ore 17.30), ai Cammini sulla Piccola Cassia e sulla Via degli Dei (martedì 23 agosto, ore 14.30, ore 16), al Cammino di Assisi e sul Sentiero di Matilde (mercoledì 24 agosto, ore 14.30, ore 17.30).

 

Il “peso” turistico del Meeting

Il Meeting di Rimini è, ogni anno, un importante appuntamento per il turismo dell’Emilia Romagna. Secondo una stima dell’Osservatorio sul Turismo Regionale, al momento sono circa 10.000 le camere alberghiere prenotate in oltre 400 hotel della Riviera e dell’entroterra e questo movimento potrà produrre oltre 200.000 presenze alberghiere per un giro d’affari di circa 4 milioni di euro. A questa cifra, relativa al fatturato alberghiero, si deve poi aggiungere la spesa dei visitatori e dei partecipanti ai convegni, stimata attorno ai 18 milioni di euro. Complessivamente quindi, confermando il livello raggiunto lo scorso anno, le circa 800.000 presenze agli eventi del Meeting attese nella settimana dal 19 al 25 agosto (visitatori, escursionisti, turisti alloggiati, giornalisti, relatori e volontari) produrranno ricavi per hotel, appartamenti, ristoranti, trasporti e merci accessorie per circa 22 milioni di euro”.

Torna su