Cereali e dintorni. Prevalgono le previsioni di un buon raccolto

Cereali_Mano_raccoglieLe buone previsioni dei raccolti hanno finalmente convinto il mercato che ha reagito con sensibili ribassi.  prosegue la crescita dei noli. I Cruscami ancora molto appetibili per il settore bioenergetico.

di Mario Boggini e Virgilio – Milano, 26 agosto 2016 –

Finalmente hanno prevalso i fondamentali, cioè la previsione di buoni raccolti, e dato credito alle buone notizie provenienti dal gruppo di esperti e coltivatori che stanno controllando lo stato dei raccolti.

Infine, quindi, il mercato è sceso, e con tutta probabilità i fondi sposteranno il loro lungo sui mesi avanti.

Giovedì 25 agosto

SEMI  settembre 998,20 (-32,4 ) nov 975,40 (-29,6 )

FARINA  settembre 324,30 (-7,2 ) dic 318,80 (-8,1 )

CORN  settembre 323,40 (-4 ) dic 332,00 (-4,2 )

GRANO settembre 401,20 (-4 ) dic 423,60 (-2,4 ) marzo 446,60 (-1,6 )

Per i proteici  i valori ruotano intorno ai 346 euro per la 44 e 353 per la proteica, il girasole proteico sui 217 euro partenza ai porti, la farina di colza 223 euro partenza depositi interni, sul 2017 i prezzi della farina di soya girano su valori 337 per la 44 e 346 per la proteica.

Per le farine di soya ogm free convenzionali è sempre più concreto il rischio di una possibile crisi di congiuntura fisica vecchio raccolto-nuovo raccolto stante lo stadio vegetativo della soya e il calo delle temperature registrato. Nella giornata di venerdi quotavano 370 euro partenza in entrambi i due stabilimenti.

Il settore delle bioenergie potrebbe approfittare dei prezzi “popolari” dei cruscami che si stanno realizzando su settembre a 98 euro, per creare quelle scorte a buon mercato che consentirebbero di arrivare a congiunzione con il prossimo raccolto.

Indicatori internazionali 25 agosto 2016
l’Indice dei noli è risalito a 718 punti, il petrolio è ancora attorno a 47,00$ e l’indice di cambio vede il rafforzarsi dell’euro è attorno a1 1,12910

 

 

logo andalini

Torna su