Sud Est Asiatico. L’UE sta lavorando per abbattere le barriere

a_night_perspective_on_the_singapore_merlion_8347645113Mercuri (Alleanza Cooperativa): Bene missione UE in Vietnam, Singapore e Indonesia. Importante lavoro dell’UE su barriere sanitarie e indicazioni geografiche.

Roma, 10 novembre 2016. “La Commissione Ue sta svolgendo un grande lavoro per rimuovere le barriere sanitarie e fitosanitarie – al fine di ottenere un pieno accesso ai mercati – e per sensibilizzare istituzioni e stakeholder sul valore aggiunto delle indicazioni geografiche. Un impegno, che condividiamo pienamente, portato avanti con attenzione massima anche in questa missione dal commissario Hogan, che ringraziamo”.

Così Giorgio Mercuri, presidente dell’Alleanza delle Cooperative agroalimentari, ha espresso soddisfazione per la missione in Vietnam, Singapore e Indonesia, organizzata dal commissario europeo all’Agricoltura, Phil Hogan che si è conclusa ieri.

“L’esito della missione è stato più che positivo – ha detto Mercuri -. Con la sua continua crescita e la progressiva affermazione di una classe media disposta a spendere nel food, il mercato del Sud Est asiatico mostra infatti grande interesse per i prodotti agroalimentari europei, che sono in grado di intercettare la richiesta locale di cibi sicuri, certificati, pronti all’uso e impacchettati. Un’opportunità da esplorare è quella della vendita online. Per il Vietnam, in particolare – ha continuato Mercuri –   si è riscontrata una crescente apertura ai prodotti europei: ora occorre solo aspettare l’entrata in vigore dell’accordo FTA (Free Trade Agreement) presumibilmente nel 2018. Siamo invece ancora ai primi round negoziali sul FTA Ue-Indonesia: il mercato potrebbe presentare profili interessanti nel prossimo futuro, ma al momento è difficile accedervi a causa delle barriere sanitarie e fitosanitarie e della burocrazia. Su questo aspetto è stato svolto un importante lavoro diplomatico”.

Tra i Paesi toccati dalla missione Ue, anche Singapore: “Un Paese maturo, aperto e ‘ricco’, con uno stile di vita occidentale che lo rende pronto ad accogliere i nostri prodotti di grande qualità”, ha spiegato il presidente dell’Alleanza delle Cooperative agroalimentari, unica rappresentante di tutti i comparti produttivi del made in Italy agroalimentare. “La missione – ha concluso Mercuri – è stata anche un’occasione importante per confrontarsi con il commissario Hogan su politiche commerciali, strategie di promozione e sul ruolo della cooperazione per la valorizzazione dei prodotti agroalimentari e come volano per politiche di sviluppo in Paesi in via di sviluppo”.

Alla missione hanno partecipato per l’Italia, assieme all’Alleanza delle Cooperative Italiane, sei realtà produttive italiane, di cui la metà di espressione del mondo cooperativo (Assomela – Associazione Italiana produttori di mele, Conserve Italia, Parmareggio), a testimonianza del ruolo e del peso della cooperazione nell’ambito della promozione dell’export europeo.

I NUMERI DELL’ALLEANZA DELLE COOPERATIVE AGROALIMENTARI

L’Alleanza delle Cooperative agroalimentari rappresenta oltre 5mila cooperative agricole aderenti, 800mila soci produttori e 93mila addetti per 36 miliardi di euro di fatturato, pari al 25% del valore della produzione agroalimentare nazionale. Il fatturato generato dalle esportazioni è di 4 miliardi di euro, pari al 13% del totale delle esportazioni italiani di prodotti agroalimentari.

(Description foto: Merlion statue in front of One Fullerton. Date 5 January 2013, 12:39 Source A Night Perspective on the Singapore Merlion Author Erwin Soo from Singapore, Singapore)

 

 

Torna su